Caos nel carcere di Ariano Irpino, detenuto lancia feci agli agenti della penitenziaria. Un ispettore ed un assistente capo della Polizia Penitenziaria aggrediti e feriti da un detenuto nel carcere di Ariano Irpino. Lo rende noto Emilio Fattorello, il segretario nazionale per la Campania del Sappe. Ieri nel tardo pomeriggio, denuncia il dirigente del sindacato autonomo della Polizia penitenziaria, un detenuto di nazionalità marocchina dopo aver allagato la propria cella e lanciato feci contro gli agenti in servizio.

LA PROTESTA DEL DETENUTO PER IL MANCATO TRASFERIMENTO

Inoltre il detenuto colpiva con un pugno al volto l’ispettore capo e procurato lo slogamento del polso all’assistente. Entrambi dovevano far ricorso al pronto Soccorso del locale ospedale. Protestava per il mancato trasferimento in una struttura carceraria in grado di curare una patologia di cui soffre. “Di fronte alle continue aggressioni nei confronti del personale in servizio nelle carceri – scrive in una nota Donato Capece, segretario generale del Sappe- chiediamo inutilmente da tempo tutele legali e strumenti come il bodycam e il taser che garantiscano l’incolumità del personale“.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità