Volano cartine e filtri al concerto di Clementino, inchiesta sul rapper: «Inneggia alla marijuana»

Clementino potrebbe finire nei guai. Il rapper napoletano, protagonista del concerto di Capodanno a Nocera, avrebbe inneggiato più volte all’uso di marijuana. Per questo motivo – riporta Il Mattino – la Digos starebbe indagando sul cantante. Non è una novità il fatto che l’artista sia un sostenitore della legalizzazione della droga leggera: durante i suoi concerti, difatti, è solito regalare cartine e filtri – materiale utile a ‘rollare’ uno spinello – proprio come è successo anche in provincia di Salerno.

Gli inquirenti, starebbero visionando se durante l’evento qualcuno abbia commesso dei reati. Precisamente, si tratterebbe di un’indagine partita per tutelare i tanti minorenni presenti in piazza durante il concerto di Capodanno ed il Comune di Nocera che ha organizzato l’evento.