Colpo milionario al contrabbando, arrestato pluripregiudicato nel Napoletano

Si è conclusa con il sequestro di oltre 9 tonnellate di sigarette di contrabbando e con l’arresto di un responsabile, un’operazione anticontrabbando condotta dalle Fiamme Gialle aversane nell’agro di Somma Vesuviana. Nel pomeriggio di ieri, i militari della Compagnia di Aversa hanno, infatti, pedinato un camion telonato condotto da un contrabbandiere già noto alle Fiamme Gialle fino ad un deposito in aperta campagna da dove poi usciva, all’apparenza estremamente carico, in modo repentino.

Bloccato il mezzo per sottoporlo ad un accurato controllo, all’interno venivano rivenuti
numerosi scatoloni di tabacchi lavorati di contrabbando. La perquisizione veniva quindi
estesa al deposito dove, occultati dietro pesanti balle di indumenti usati compresse
meccanicamente, venivano individuati ulteriori scatoloni di sigarette.
Complessivamente sono stati quindi sottoposti a sequestro kg. 9.110 di sigarette di marca
“Regina” per un valore complessivo di mercato prossimo al milione e mezzo di euro.
L’autista del mezzo, un cinquantreenne pluripregiudicato di Casavatore, è stato tratto in
arresto e verrà giudicato per direttissima.

Oltre alle sigarette di contrabbando, è stato sottoposto a sequestro il veicolo utilizzato per il
trasporto delle T.L.E. ed il deposito. I marchi riportati sulle confezioni, ed in particolare i
caratteri cirillici utilizzati per la descrizione del contenuto, riconducono la provenienza della
merce ai Paesi dell’Est Europa da cui provengono le cosiddette cheap white, sigarette che
pur prodotte legalmente, non sono ammesse alla vendita nei paesi dell’UE perché
considerate non rispondenti agli standard di sicurezza comunitari e, quindi, oltremodo
nocive per la salute dei consumatori, la cui domanda resta fiorente considerato che sul
mercato illecito vengono vendute a prezzi più allettanti.

Le attività condotte si inquadrano nel costante rafforzamento delle attività di prevenzione
generale e di controllo del territorio esercitate dalla Guardia di Finanza per il contrasto dei
traffici illeciti che alimentano le casse della criminalità organizzata, con particolare riguardo
alla recrudescenza del fenomeno del contrabbando di t.l.e., nel cui ambito il Comando
Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta ha disposto da tempo dei servizi di
osservazione e controllo lungo le principali direttrici stradali che collegano la provincia di
Caserta e di Napoli.