Coronavirus in Campania, il presidente De Luca firma una nuova ordinanza

Ordinanza Coronavirus De Luca Campania
In foto Vincenzo De Luca

Coronavirus – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato una nuova ordinanza (la numero 69 dall’inizio della pandemia da Coronavirus). All’interno sono previste ulteriori misure di prevenzione dei contagi connessi a rientri da viaggi all’estero e dalla regione Sardegna.

Coronavirus, l’ordinanza di De Luca in Campania

1. Con decorrenza immediata, salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza della rilevazione quotidiana dei dati epidemiologici della regione:

1.1. A tutti i cittadini residenti nella regione Campania che – fino al 10 settembre 2020 -facciano rientro da vacanze dall’estero o dalla Sardegna, con mezzi pubblici o privati, sia con tratte dirette che attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine della somministrazione di test sierologico e/o tampone e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica. Agli stessi cittadini è fatto altresì obbligo di osservare l’isolamento domiciliare fiduciario per 14 giorni dal rientro, nelle more dell’esito delle indagini di laboratorio effettuate dalla competente ASL. Il regime di isolamento domiciliare fiduciario viene meno all’atto dell’eventuale esito negativo degli esami, fatta salva ogni ulteriore competente determinazione della ASL.

1.2. Restano salve le disposizioni nazionali e regionali in tema di rientri dai Paesi extra Schengen e da quelli individuati. Dai competenti organi statali, come a maggior rischio, ai sensi del DPCM 7 agosto 2020 e dell’Ordinanza del Ministro Salute 12 agosto 2020 e ss.mm.ii.

1.3. E’ fatta raccomandazione a tutti i cittadini residenti nella regione Campania che, nei 14 giorni antecedenti alla data del presente provvedimento, abbiano fatto rientro da viaggi o vacanze in Sardegna ovvero da viaggi di lavoro all’estero, con mezzi pubblici o privati, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, di contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine di sottoporsi a test sierologico e/o tampone e di osservare l’isolamento fiduciario fino ai relativi esiti, a tutela della propria salute e della incolumità dei propri parente e conoscenti. 

Tuttavia, per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.