Coronavirus, parla De Luca: “Nessun contagiato accertato in Campania, queste le misure della Regione”

Poco fa conferenza stampa del governatore della Regione Campania sull’emergenza coronavirus. De Luca ha parlato delle decisioni prese. “Per ora non c’è nessun contagiato in Campania.
Stiamo monitorando in queste ore con grande attenzione tutte le strutture della sanità campana. L’unità di crisi epidemiologica istituita il primo febbraio scorso è pronta ad affrontare ogni eventuale situazione di emergenza e siamo in grado, in caso di necessità, di predisporre tempestivamente locali e attrezzature idonei. Rivolgiamo un appello a non affollare i Pronto Soccorso e a evitare allarmismi. Non si segnalano al momento casi conclamati di #coronavirus nella nostra regione, ma occorre tenere alto il livello di attenzione e usare prudenza in particolare in situazioni di affollamento. Ricordiamo che è attivo il nostro numero verde (800909699), che sarà già da domani potenziato con altre linee e ulteriori operatori. Un passaggio fondamentale è sempre quello di rivolgersi prima al proprio medico di famiglia. L’appello è anche ad attenersi alle comunicazioni ufficiali che provengono dal Ministero della Salute e per esso dalla Regione Campania, per evitare che si diffondano notizie parziali e senza fondamento scientifico che producono, come è accaduto negli ultimi giorni, solo psicosi e allarmismo”.

Le parole del sindaco di Napoli

“La situazione in Italia è grave e senza precedenti. Voglio rassicurare tutti gli abitanti di Napoli che farò e faremo di tutto, anche oltre le nostre competenze, per tutelare la salute di noi tutti. Abbiamo creato, da sabato, un tavolo permanente tra Comune e autorità sanitarie a livello locale. Le riunioni saranno settimanali ed il collegamento via chat tra tutti è in tempo reale, h 24. Sono in contatto diretto con il capo della protezione civile nazionale, responsabile nazionale per conto del governo dell’emergenza coronavirus. Siamo intervenuti per garantire le condizioni di massima sicurezza della maratona con visita di taluni atleti e allontanamento precauzionale di altri”.

“È necessario che ognuno rispetti tutte le precauzioni igieniche disposte dal ministero della salute. Le strutture sanitarie devono garantire spazi e personale necessario per gestire eventuali emergenze locali. Noi siamo pronti per mettere a disposizione spazi qualora ci vengano richiesti. Siamo pronti ad intervenire, qualora ci venga chiesto dalle autorità nazionali competenti, per emettere provvedimenti urgenti a tutela della collettività. Insomma, senza entrare nei dettagli, noi non lasceremo nulla di intentato, d’intesa con le altre istituzioni. Rimaniamo uniti e vigili. Io seguirò ogni aspetto h 24 sempre. Con forza e coraggio, ma senza panico.” 
Lo scrive su facebook il Sindaco de Magistris

Coronavirus, chiuso il pronto soccorso del San Giuseppe e Melorio di Santa Maria Capua Vetere per caso sospetto.

Il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che è anche membro della Commissione Sanità, sta seguendo da vicino le vicende sul territorio campano legate all’epidemia del Coronavirus, in particolare la vicenda di Santa Maria Capua Vetere, dove il pronto soccorso del presidio ospedaliero San Giuseppe e Melorio è stato chiuso per un caso sospetto di Coronavirus.
“A Santa Maria Capua a Vetere il pronto soccorso del San Giuseppe e Melorio è chiuso per la verifica di un caso sospetto di Coronavirus. Mentre al San Giovani Bosco sono ricoverati due giovani 19enni, uno di Monza e l’altro di Milano, mentre all’ospedale San Paolo è ricoverato un 48nne, proveniente da Monza che aveva partecipato alla maratona sul Lungomare. Ora attendiamo l’esito dei tamponi per capire se davvero ci troviamo di fronte dei casi di Coronavirus. In ogni caso non diamo vita ad inutili allarmismi, serve prudenza e precauzione.” – ha dichiarato il Consigliere Borrelli.