9.3 C
Napoli
giovedì, Febbraio 22, 2024
PUBBLICITÀ

Covid, ritorno delle mascherine in Italia: esperti divisi sull’ipotesi

PUBBLICITÀ

Proteggere e preservare la salute di tutti dinanzi alla preoccupazione che i contagi covid possano ritornare. Di fronte a questa ipotesi l’unica arma di contrasto paiono le mascherine.

Prevenzione e maggiore attenzione

Andreoni: “Dove c’è affollamento proteggiamoci tutti”, Cicozzi: “Si oggi più che mai è essenziale“, Bassetti: “Mai più l’obbligo”. Queste le attuali considerazioni che intercorrono al momento sui contagi covid e sull’uso propedeutico delle mascherine. Dopo, infatti, il ripristino obbligatorio dell’uso delle mascherine in Austria, entra nel mirino covid anche l’Italia. A tal proposito, continue sono le domande che vengono poste ad epidemiologi e ad infettivologi. Costata la situazione attuale, tutti consigliano di munirsi di mascherina e di indossarla almeno nei luoghi affollati, senza però obbligo imposto.

PUBBLICITÀ

Le considerazioni di Massimo Andreoni 

“Ci ritroviamo in un momento particolare, dove in circolazione sopravvivono una serie di agenti infettivi respiratori che possono essere identificati sia in un’influenza tenace che nell’emblematico covid. Di conseguenza sarebbe opportuno indossare la mascherina, che ha già dimostrato essere un efficace sistema di prevenzione per i fragili e non solo. E’ consigliato l’uso delle Ffp2 soprattutto in ospedale e nelle Rsa, dove sarei anche per l’obbligo di indossarla. Le mascherine non sono un gran sacrificio per gli italiani, non stiamo parlando del green pass o dell’isolamento dei positivi; solo di usare un po’ di buon senso”. Queste le considerazioni di Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali.

Cicozzi, Bassetti, Pregliasco e Gismondo su covid e mascherine: come comportarsi 

Si allinea all’ideologia di Andreoni, Cicozzi, responsabile dell’Unità di Statistica medica ed Epidemiologia della Facoltà di Medicina e chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma. “Utilizzare, oggi, la Ffp2 è essenziale, raccomando di utilizzarla quando andiamo a fare visita ai nostri parenti, soprattutto a quelli più anziani, anche se vaccinati. Ci tengo però a precisare che non si deve trattare di un obbligo ma solo di una raccomandazione”. In Italia abbiamo vissuto troppo restrizioni: lockdown, green pass, mascherine eccprosegue Bassetti, direttore Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova- l’obiettivo non è andare a dire che da domani tutti devono obbligatoriamente indossare la mascherina, no questo non deve più accadere. Semplicemente in un momento come questo è consigliato indossarla nei luoghi affollati”. 

“Bisogna promuovere una nuova sensibilità e fare uso della mascherina nei contesti dove l’esposizione al rischio di contagio per il covid diventa più alto. Teniamo a mente che noi ci siamo dimenticati del covid ma, a quanto pare, il covid non si è dimenticato di noi. Così esordisce Pregliasco in un modo quasi enfatico restando, tuttavia, estremamente razionale.

“La mascherina è un mezzo di contenimento per qualsiasi infezione respiratoria, per questo è consigliabile utilizzare le mascherine. Questo non deve essere, però,  la motivazione per far ricadere la gente nel panico. Sars-CoV-2 circola come tutti gli altri virus respiratori invernaliLa pandemia è finita, le epidemie stagionali ci saranno sempre. Afferma Gismondi rassicurando i destinatari del messaggio e, ponendo al tempo stesso, una nuova prospettiva attraverso la quale visualizzare la realtà con maggiore chiarezza.

 

 

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Il ruolo di hostess e promoter ad eventi e fiere

Per rappresentare efficacemente un brand, anche di una piccola azienda, nel corso di un evento promozionale, di una fiera...

Nella stessa categoria