Confonde gravidanza con calcoli renali, va in ospedale e partorisce 3 gemelli

Dannette Glitz

Un donna americana ha confuso una gravidanza con dei calcoli renali per 34 settimane. Solo in seguito, i medici le hanno detto che sarebbe diventata mamma di due bambini. Tuttavia, durante il parto c’era ancora un’altra sorpresa ad attenderla.

Dannette Glitz, della città di Sturgis, South Dakota, che ha dato alla luce tre gemellini lo scorso 10 agosto, ha raccontato al canale televisivo KOTA di aver confuso la sua gravidanza con dei calcoli renali fino alla 34esima settimana di gestazione, quando i dottori le hanno annunciato che aspettava due gemelli.

La donna, che aveva già avuto altri due figli, non sapeva che in realtà i gemellini erano tre.

«Nessuno riesce a crederci, siamo ancora sotto choc. Sono andata dal dottore pensando che mi avrebbe operato per una colica renale e ho partorito con taglio cesareo. È pazzesco», ha detto Dannette.

L’operazione non è durata più di quattro minuti. I neonati – due bamnine e un bambino pesano circa 1,8 kg ciascuno – sono già stati dimessi dall’ospedale insieme alla madre.

Nessun calcolo renale ma tre splendide gemelline

Dannette in realtà non aveva nulla nei suoi reni, bensì l’origine dei suoi dolori risiedeva nel suo ventre: era infatti inaspettatamente e sorprendentemente in travaglio di ben tre gemelle. Così lungo il corso di quella notte fu portata in sala operatoria per il parto cesareo ed in soli quattro minuti diede alla luce, dopo 34 settimane di gestazione, le piccole Blaze, Gypsy e Nikki del peso di quattro chili l’una. I nomi furono decisi dalla coppia velocemente e nella confusione generale, sopresa e felice della lieta notizia, seppur sopraffatta dalla sorpresa.

Il supporto della collettività alla famiglia Glitz

Successivamente alle dimissione dell’ospedale, la famiglia Glitz ha dovuto realizzare pienamente che d’ora in poi sarebbero stati una famiglia composta da ben sette persone: insostituibile quindi sarebbe stato il supporto dei parenti, degli amici ed anche di sconosciuti che sono accorsi numerosi per offire sostegno economico per le provviste famigliari.