Ingegneri Indipendenti - Patto per il Futuro
Ingegneri Indipendenti - Patto per il Futuro

Dal 6 al 16 settembre sono in corso le elezioni per rinnovo del consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli per il quadriennio 2021-2025. Tutti gli iscritti sono stati chiamati al voto, che, nella presente tornata, sono ben 12.694.

Sono state presentate, alla scadenza del 18 agosto del 2021, solo 38 candidature, pari ad appena lo 0,3% degli iscritti all’ordine, 35 per la sezione A e 3 per la sezione B, dovuto sia al periodo agostano di presentazione delle candidature e sia al breve lasso di tempo a disposizione, dal momento che, in base alle norme vigenti, intercorre appena una settimana dalla pubblicazione delle candidature all’inizio delle votazioni

Ecco perché ad oggi la scarsa partecipazione degli iscritti, molti dei quali potrebbero addirittura ignorare l’evento, anche in relazione alla scarsa pubblicizzazione che ne viene fatta, pubblicizzata solo ed esclusivamente dalle liste create a proprie spese.

In questo contesto nasce la lista *Ingegneri Indipendenti – Patto per il Futuro* il promotore è l’ing. Basile Nicola: ”Ci siamo uniti in un’unica lista per dare forza alle nostre idee e subito dopo le elezioni ci impegneremo a costituirci in associazione libera di categoria no-profit per continuare in questa direzione”.

Continua Basile: “In queste condizioni è evidente che si tratta di un’elezione dove i giochi sono già fatti, a favore della lista del Presidente uscente come peraltro già riscontrato in passato. Per questo, anche per incentivare una maggiore partecipazione, sia dell’elettorato attivo che di quello passivo, è auspicabile che si proceda, in tempi rapidi, a una revisione, con conseguente riforma, delle norme al riguardo vigenti per le elezioni degli organi degli ordini professionali, da effettuarsi con modalità telematica da remoto risparmiando tanti soldi circa 150mila euro”.

Ma altre problematiche vengono riscontrate durante l’elezione sui seggi è a rischio la par condicio poiché sono stati nominati Presidenti, Vice Presidenti e Segretari di seggio molto prima senza tenere conto di tutti i raggruppamenti di altri candidati ma solo della lista principale. I seggi aperti sono sei: Napoli, Cardito, Pozzuoli, Torre Annunziata, Vico Equense, Nola con l’esclusione delle isole creando non poche difficoltà e disagi per gli iscritti isolani. Ma le cose lamentate dagli iscritti sono tante altre ancora come la sede in una zona disagevole per traffico e parcheggio costoso spendendo circa 360mila euro. La mancata divulgazione prima dell’apertura delle candidature sulla parità di generi (quote rosa) cosi come riportato nella circolare del CNI n. 769/XIX sess/202. Non è stata ridotta la quota di iscrizione come promesso nella precedente campagna elettorale nonostante un bilancio milionario dell’Ordine. Non è stato concesso nei giorni delle elezioni, l’accesso dei colleghi candidati, non avendo quindi la possibilità di vigilare a garanzia dell’imparzialità e della non interferenza con dei propri rappresentanti di lista.

Cofondatore della lista è l’ing. Di Girolamo Domenico anche lui alla sua prima candidatura ed esperienza che dice: “Ci auguriamo che tutti i colleghi si rechino presso le urne a votare, esprimendo liberamente il proprio consenso, senza lasciarsi condizionare, in alcun modo, da programmi di mera facciata che rischiano poi di rimanere solo sulla carta senza tradursi in fatti concreti”.

Continua l’ing. Di Girolamo: “Speravamo nel corso della campagna elettorale, sarebbero stati organizzati momenti di dibattito democratico per consentire a tutti, nessuno escluso, i candidati di potersi confrontare, attraverso momenti d’incontro e di dibattito, da organizzare anche a distanza, tra di loro e con gli iscritti, su programmi e iniziative da mettere in campo ma tutto ciò non è stato possibile”.

Il nostro programma verte su 6 punti, concordato con l’itera lista:

1- ATTIVITÀ ISTITUZIONALI

2- TUTELA PROFESSIONALE

3- FORMAZIONE E CULTURA

4- GIOVANI COLLEGHI E LAVORO

5- COMUNICAZIONE, SOCIETA’ CIVILE E VITA SOCIALE

6- ORDINE E MERCATO DEL LAVORO

In dettagli del programma e altro ancora sul nostro sito:

https://ingegnerindipendenti.altervista.org/

I Candidati della nostra lista ricoprono ruoli e incarichi rappresentativi della categoria degli Ingegneri di Napoli:

-Liberi Professionisti;

-Dipendenti Pubblici;

-Dipendenti Privati;

-Cavalieri del lavoro e Senatori dell’Ordine degli Ingegneri.

*Ingegneri Indipendenti di Napoli – Patto per il Futuro*

✍️ #INGEGNERINDIPENDENTI

SEZIONE A:

BASILE NICOLA

48 ANNI

Lavora come Vigile del Fuoco Esperto ufficio Dirigente in posizione di Staff – Responsabile della centrale di allarme Ministero degli Interni – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

CAVALLO FRANCESCO

71 ANNI

Iscritto all’albo alla sezione A dal 29/10/1991.

Cavaliere del lavoro e Senatore dell’Ordine degli Ingegneri.

DELLINI VINCENZO

51 ANNI

Esperto nella formazione per la sicurezza alla guida dei veicoli, attualmente lavora come libero professionista.

DI GIROLAMO DOMENICO

59 ANNI

Lavora come impiegato quadro con funzioni dirigenziali presso una società napoletana con le funzioni di Direttore Tecnico. Responsabile di diversi progetti di ricerca e sviluppo su temi di monitoraggio ambientale, esperto di gare di servizi e lavori.

Abilitato in Sezione A come ingegnere Civile / Ambientale presso l’Università Federico II^ di Napoli, come ingegnere Industriale e ingegnere dell’Informazione presso l’Università la Sapienza di Roma

SEZIONE B:

VENTURINO FRANCESCO

30 ANNI

Libero Professionista. Attualmente impegnato in un tirocinio formativo presso l’Ufficio Tecnico di Torre del Greco (NA) e iscritto alla magistrale di Ingegneria Civile presso l’Università Guglielmo Marconi di Roma.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.