Estorsione da 250 euro dopo l’incontro hot, salvato un napoletano

I carabinieri della stazione di Calitri (Avellino) hanno denunciato a piede liberto una 60enne della provincia di Napoli, ritenuta responsabile di estorsione. L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta da un uomo che pochi giorni fa, rispondendo ad un annuncio apparso su una rivista, contattava la signora sulla sua utenza telefonica per fissare un incontro.

Dopo qualche giorno riceveva una telefonata da un complice della donna che, spacciandosi per maresciallo dei carabinieri, gli riferiva che era stata sporta nei suoi confronti una denuncia per stalking, e lo invitava a soddisfare una richiesta economica avanzata dalla donna per rimettere la querela. Impaurito, il malcapitato ricontattava la donna: e lei chiedeva 250 euro, fornendo codice fiscale e un numero della carta prepagata da ricaricare.

Effettuato il versamento, il giorno dopo l’uomo veniva ricontattato dalla truffatrice che pretendeva un altro versamento dello stesso importo: a questo punto si decideva a denunciare l’accaduto ai carabinieri. I militari, a seguito di mirate indagini, sono riusciti ad identificare e denunciare la 60enne (già gravata da precedenti di polizia) per estorsione.