'Musica leggerissima' e l'ultimo gavettone con lo champagne, l'addio degli amici a Gennaro Nappa
'Musica leggerissima' e l'ultimo gavettone con lo champagne, l'addio degli amici a Gennaro Nappa

Momenti strazianti quelli vissuti all’uscita della bara di Gennaro Nappa dalla chiesa di S. Pasquale Baylon a Villaricca. Amici, conoscenti e parenti hanno partecipato all’ultimo ‘particolare’ saluto. Prima di entrare nel carro funebre, gli amici del 16enne hanno voluto stappare una bottiglia in onore dei vecchi tempi, proprio come piaceva fare a Gennaro. Inoltre, al momento dell’uscita della bara, è partita anche ‘Musica leggerissima’, tormentone degli ultimi tempi. Palloncini bianchi e applausi hanno poi accompagnato il giovane fuori la chiesa.

I funerali

Alle 15 sono iniziati i funerali di Gennaro Nappa, il ragazzo di 16 anni che ha perso la vita in un incidente stradale lo scorso sabato a Qualiano. Amici e parenti si sono riuniti nella chiesa S. Pasquale Baylon a Villaricca per dare l’ultimo addio al giovane, che ha gettato nello sgomento una intera comunità. Lacrime e tanta rabbia quella negli occhi dei presenti in chiesa, distrutte dal dolore dopo l’apprensione della tragica notizia arrivata nella serata di sabato.

L’omelia per l’ultimo saluto a Gennaro

“Non è facile. Tutti noi sacerdoti vogliamo vivere con la comunità questi momenti. E allora vi invito tutti ad un momento di silenzio, anche a chi adesso è lontano. Voglio dire insieme a voi grazie a Gennaro per aver vissuto con noi. E questo ‘grazie’, voglio che sia un modo per stare vicino alla sua famiglia”.

“Questa mattina sono venuto in chiesa e ho detto al Signore che oggi era lui a parlare. Ho chiesto di illuminarmi perché ci tenevo a dare conforto alla famiglia. Qual è la forza che ci aiuta anche nei momenti più difficili? La risposta che mi è arrivata in questi momenti è ‘Cristo risorto’. Oggi ci troviamo davanti al nostro amico senza la speranza, e per questo possiamo credere che l’unica cosa che ci è rimasta di lui è il nostro pensiero, il nostro affetto, le nostre esperienze vissute. Con la morte l’uomo non sparisce nel nulla, ma vive ancora di più l’incontro con chi l’ha creato, Dio”.

“Se ci fa dolore il distacco fisico e voi amici non lo troverete più nelle chiassose serate, così come i genitori non lo troveranno in casa a ridere come un uomo maturo ma anche come ragazzino, noi dobbiamo saperlo. Lui, oggi, vive ancora. Ecco perché vi ho parlato di come hanno preso forza gli apostoli quando avevano bisogno di qualcosa in più“.

Mamma, papà, oggi vostro figlio ha incontrato Dio ed è l’esperienza più bella. E voi avete fatto tanto per insegnargli i valori più importanti di questa vita. Mi rivolgo ai giovani: Gennaro ci ha dato un esempio che si può vivere bene, vivere felici in gioventù anche facendo bene. Lui veniva in chiesa e lo faceva perché era convinto che si poteva vivere felici anche nel bene e non dobbiamo mai dimenticarlo. Oggi una persona mi ha detto «Com’è importante Gennaro, perché ci ha insegnato tante cose». Lui due nonni li ha ancora qua, ma altri due li è andati a trovare in paradiso“.

Il messaggio d’addio dell’amico

“È assurdo andare a via a 16 anni. Aiutaci a non soffrire infinitamente nella tua assenza, ma ci fa gioire sapere della tua presenza eterna. Grazie mamma Nicoletta e papù Umberto, ci avete regaòlato un miracolo di vita. Gennà, ci vediamo al prossimo gavettone… tu hai vinto sull’eternità“, le parole di un amico.

Incidente mortale di Genny Nappa, convalidato l’arresto dell’amico: “Mi dispiace”

La dinamica

Un ragazzo, alla guida della sua auto lanciata a folle velocità nel centro cittadino e con tre amici a bordo, ha perso il controllo della stessa impattando con altro veicolo che percorreva il medesimo tratto di strada.
A seguito dell’urto, l’auto dei ragazzi si è ribaltata ed uno di questi, Gennaro Nappa, un 16enne di Villaricca, ha perso la vita per le lesioni riportate. Gli altri due giovani sono stati ritenuti guaribili in 30 giorni per fratture multiple, mentre gli occupanti dell’altra auto coinvolta hanno riportato lesioni di lieve entità.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.