Giugliano, 10 milioni di euro per la strada della Nato ma i lavori sono fantasma

Il Comune di Giugliano in Campania, con determina dirigenziale n. 1428 del 31.12.2014, ha indetto la procedura aperta di appalto integrato per la “Realizzazione degli interventi stradali per il collegamento della nuova base NATO”. Si tratta di un’opera con un importo complessivo di circa 10 milioni di euro.

Eppure, dopo l’aggiudicazione definitiva della gara d’appalto, avvenuta in data 31/03/2016, non risulta aperto ancora nessun cantiere. Una situazione che preoccupa non poco, visto che i lavori devono essere ultimati entro il 30 settembre di quest’anno.

Nicola Palma, consigliere comunale del M5S, ha commentato questa situazione in maniera piuttosto sferzante: “Al momento non è stata posta neanche la prima pietra. Oramai l’amministrazione targata Poziello regista un insuccesso dopo l’altro. Dopo le Universiadi, rischiamo di perdere altri importanti finanziamenti, segno evidente della incapacità amministrativa del Sindaco e della sua maggioranza”

Preoccupazioni espresse anche dall’europarlamentare del Movimento 5 stelle, Isabella Adinolfi che ha interrogato la Commissione Europea. L’Adinolfi infatti, oltre a sollecitare la Commissione a fornire informazioni sullo stato dei lavori,  ha chiesto espressamente di conoscere: “Quali provvedimenti concreti la Commissione intenda mettere in atto per garantire il corretto impiego dei fondi stanziati, per tutelare gli interessi finanziari dell’Unione, nonché per assicurare la realizzazione del progetto così tutelando l’interesse dei cittadini residenti nell’area di riferimento”. “Non è possibile – conclude l’eurodeputata – che si faccia un tale spreco di soldi, a discapito dei tanti cittadini onesti”.