Attività di prevenzione e sensibilizzazione ma anche di repressione. Anche gli uomini del Comando della polizia municipale di Giugliano sono scesi in campo per contrastare l’emergenza coronavirus. Circa 80 in media i controlli effettuati tra mattina e pomeriggio sia nel centro storico che sulla fascia costiera contro chi vìola il decreto sul divieto di spostamenti in città senza necessità. Tra ieri ed oggi sono state denunciate 3 persone. Due soggetti di Miano sono stati sorpresi sul territorio giuglianese senza giustificazione. Alla domanda degli agenti, hanno dichiarato che volevano fare una passeggiata. Per loro è scattata la denuncia penale così come prevede il decreto.

Sanzionato anche un commerciante titolare di un autosalone in via Ripuaria, che doveva restare chiuso. A seguito dei controlli è stato inoltre scoperto che era abusivo. Dunque l’attività è stata sequestrata.

Le richieste dei sindacati e la replica della Comandante

Nei giorni scorsi i sindacati della polizia municipale avevano denunciato la mancata dotazione di dispositivi di sicurezza e la mancata igienizzazione dei locali. A rispondere è la Comandante Petrillo: “C’è una notevole difficoltà di reperire questi dispositivi sul mercato, noi ci siamo mossi in tempo ed entro venerdì arriveranno mascherine e guanti. Nel frattempo ringrazio gli agenti della municipale che si sono anche autofinanziati e reperito le mascherine pur di assicurare il servizio di controllo. Ringrazio anche l’azienda di Giovanni Di Caro che ha riconvertito la ditta di bomboniere in fabbrica di mascherine regalandone migliaia alla municipale di Giugliano. Invito la popolazione a restare a casa, purtroppo c’è ancora tanta gente che non ha capito che la situazione è grave. Se restano a casa agevolano anche il nostro lavoro. Intanto lavoriamo per reperire altri dispositivi di sicurezza e, inoltre, abbiamo fatto sanificare gli uffici e acquistato guanti e detergenti. Siamo in trincea, con lo sforzo e sacrificio di tutti ne usciremo. Per aiutare le persone più disagiate avvieremo il servizio di spesa a domicilio insieme alle associazioni di categoria”, conclude la Petrillo.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.