Giugliano. ‘Zozzone’ stanato dalla ‘telecamera esca’, commerciante beccato mentre abbandonava rifiuti

Continuano i controlli contro i pirati del sacchetto. A fine agosto è stata nuovamente posizionato una decina di telecamere e fotoesca su tutto il territorio comunale di Giugliano, cambiando ogni due giorni il posto. Nelle immense periferie, nei vicinali, nelle strade interpoderali, a ridosso di quelle aree che sono oggetto di continuo e costante svernamento di rifiuti. Soprattutto in zona costiera.
“Le telecamere e fotoesca funzionano benissimo. Anche di notte, anche col buio pesto. E riconoscono pure le targhe”, dichiara il sindaco di Giugliano Antonio Poziello.
Se ne stanno accorgendo in molti, che si stanno vedendo recapitare verbali da 500 a 1.000 euro per i comuni cittadini; denuncia penale e sanzioni da 1.000 a 2.000 euro per i titolari di imprese; inviti per tutti a presentarsi al Comando della Polizia Municipale.
Come il cretino ripreso ieri da una delle telecamere collegate mediante scheda sim con la nostra centrale operativa: si tratta di un commerciante della zona costiera che aveva ben pensato di poter smaltire nelle campagne i propri rifiuti. Ignaro come tutti delle telecamere”.