Giorno di dolore nel Casertano, chiesa gremita per l’ultimo saluto a Giuseppe

È arrivato alle 9:30 di stamattina, nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo a Santa Maria Capua Vetere, il corpo di Giuseppe Ciarmiello. L’uomo è morto nella notte di venerdì scorso in seguito ad uno scontro con una transenna posizionata in via IV Novembre a Curti. Il 39enne ha perso la vita dopo aver aspettato 8 ore in ospedale, ma ci sono non pochi dubbi sul decesso del ragazzo. A chiarire la dinamica della tragedia ci penserà l’inchiesta aperta, mentre nella mattinata odierna amici e parenti si sono riuniti per l’ultimo saluto a Giuseppe.

L’incidente

E’ sconvolta la provincia di Caserta per la morte di Giuseppe Ciarmiello, il 39enne di Macerata Campania, deceduto ieri al termine di un calvario durato quasi 24 ore. Come riportato sul sito edizione caserta, sembrerebbe che la morte dell’uomo, papà di due bambine, è figlia dell’incuria. Il 39enne dopo essere stato a cena con alcuni colleghi, nella serata tra mercoledì e giovedì, era in sella al suo Beverly quando, all’altezza di via IV Novembre, ha incontrato sulla sua strada una transenna. Un ostacolo non segnalato in un punto poco illuminato

Ma il calvario di Giuseppe è solo all’inizio. L’uomo arrivato in ambulanza al pronto soccorso di Santa Maria Capua Vetere, ha atteso infatti 8 ore prima di essere operato.

Il timore, sempre come si legge su edizione caserta, che il caso sia stato sottovalutato esiste, anche se la rottura delle costole aveva perforato la milza, ormai spappolata, ed un polmone. Giuseppe è deceduto per un arresto cardiocircolatorio.