In bici da Casoria a Pozzuoli, scappa al posto di blocco e investe agente. Il sindaco: “Siete barbari”

Immagine di repertorio

L’Unità di Crisi ha comunicato i dati relativi al Comune di Pozzuoli, in base ai tamponi effettuati ieri. Sono risultati positivi due concittadini.
Sono 7 le persone contagiate attualmente. “Abbiamo registrato, ricordo, un guarito ed un decesso.
Dobbiamo restare a casa e rispettare tutte le norme per riuscire a fermare questa ondata. È un nostro OBBLIGO, nessuno è immune. NON ABBIAMO ALTRA SOLUZIONE PER NON AMMALARCI!”, dice il sindaco Figliolia.

Il comunicato del sindaco sui controlli

“Un uomo in bicicletta, proveniente da Casoria, non si è fermato al controllo della polizia municipale sul lungomare e per scappare ha investito un agente in servizio. L’uomo, caduto a terra con la sua bici, ha tentato di fuggire a piedi ma è stato prontamente bloccato​ da​ altri vigili urbani. È stato denunciato. L’agente travolto è stato invece refertato per lievi contusioni ed escoriazioni.
Non ho più parole per definire questi comportamenti barbari e incivili, oltre che pericolosi. E non riesco a tollerare neanche chi si è schierato dalla parte di questa persona, insultando i vigili, mentre svolgevano con non poche difficoltà il proprio compito per tutelare la salute di noi tutti.
🚷Non si può uscire di casa se non per motivi necessari, come bisogna dirlo? Trovo assurdo che ancora non si riesca a capire una regola semplice e fondamentale per preservare la propria salute e quella altrui: NON DOVETE USCIRE!
Se c’è gente che continua a non essere in grado di rinunciare alle proprie abitudini, per nulla fondamentali per la sopravvivenza, non so se ne usciremo da questa emergenza!
Questa non è la terra di nessuno, dove ognuno pensa di fare quello che gli pare: bisogna osservare rigorosamente le prescrizioni contenute sia nel decreto che nelle ordinanze regionali e comunali per contrastare l’avanzare del Coronavirus”.