15.3 C
Napoli
martedì, Gennaio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

In cella Katia Bidognetti, la figlia di ‘Cicciotto ‘e mezzanotte’ condannata per estorsione


È finita in carcere Katia Bidognetti, figlia di Francesco conosciuto come ‘Cicciotto ‘e mezzanotte’, ritenuto dagli inquirenti il boss reggente del clan camorristico campano dei Casalesi.

La 39enne era agli arresti domiciliari a Reggio Emilia con le accuse – contestate, a vario titolo, ad altri 20 imputati – di estorsione ai danni di imprenditori di Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa, Villa Literno, Cellole, Castel Volturno, Acerra e Roma. I carabinieri reggiani nel tardo pomeriggio di ieri hanno eseguito l’ordine di carcerazione dopo che è diventata definitiva la condanna di sei anni per associazione di tipo mafioso emessa in Appello. La donna dovrà restare in cella fino al 31 gennaio 2023, dopo aver scontato già parte della pena detentiva tra carcere e domiciliari.

Essendo ora divenuta definitiva la sentenza di condanna per associazione di tipo mafioso, l’ufficio esecuzioni penali della procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello ha emesso l’ordine di carcerazione nei confronti della donna, che dovrà scontare ancora – detratto il periodo già passato prima in carcere e poi ai domiciliari – oltre un anno di reclusione; Katia Bidognetti, dunque, resterà dietro le sbarre fino al 31 gennaio del 2023, data in cui potrà essere scarcerata (se non condannata nel frattempo per altra causa).

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Accoltella il ‘rivale in amore’ dopo la lite, preso il nipote di Maria Licciardi

Accoltellato dopo una lite 'sentimentale', arrestato 30enne di Secondigliano. Stanotte a Torre del Greco i Carabinieri della locale Compagnia...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria