20.9 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Covid in Germania, la decisione della Markel: “Lockdown per i no-vax e vaccino obbligatorio”


La decisione era già nell’aria ma oggi, a dare il via libera, è la cancelliera Angela Merkel nei suoi ultimi giorni alla guida della Germania. I non vaccinati tedeschi dovranno subire, di fatto, un lockdown e nell’arco di due mesi, inoltre, sarà imposto l’obbligo vaccinale. Il super green pass tedesco sarà esteso al commercio al dettaglio sulla base federale con la possibilità di incontrare persone, o partecipare ad incontri, fortemente ridotta.

È questa la decisione più rilevante adottata in Germania e che è stata varata nel corso dell’ultima conferenza Stato-Regioni, preclude dunque ad un ulteriore passo, ovvero quello di rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid a partire da febbraio.

Covid in Italia | Covid, via libera alla vaccinazione per bimbi dai 5 a 11 anni. De Luca: “Pediatri facciano la loro parte” [2 Dicembre 2021]

Via libera dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) alla vaccinazione anti-Covid per la fascia pediatrica dei bambini tra 5 e 11 anni. La vaccinazione avverrà con due dosi del vaccino Pfizer, in formulazione specifica e un terzo del dosaggio, a tre settimane di distanza. Si suggerisce l’adozione di percorsi vaccinali, quando possibile, “adeguati all’età”.

Il parere di Aifa arriva dopo l’ok, lo scorso 25 novembre, dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema). Questa ha raccomandato l’estensione dell’indicazione per il vaccino Covid di Pfizer-BioNtech per includere l’uso per i bambini di età tra 5 e 11 anni. I dati disponibili “dimostrano un elevato livello di efficacia e non si evidenziano al momento segnali di allerta in termini di sicurezza”.

Così la Commissione tecnico scientifica Cts dell’Agenzia italiana del farmaco, che ha approvato l’estensione di indicazione di utilizzo del vaccino Comirnaty (Pfizer) per la fascia di età 5-11 anni, con una dose ridotta (un terzo del dosaggio autorizzato per adulti e adolescenti) e con formulazione specifica.

La vaccinazione avverrà in due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra. Al fine di evitare possibili errori di somministrazione, la CTS raccomanda, per la fascia di età in oggetto, l’uso esclusivo della formulazione pediatrica ad hoc. Suggerendo, quando possibile, l’adozione di percorsi vaccinali adeguati all’età. Nel parere, la CTS osserva che “sebbene l’infezione da SARS-CoV-2 sia sicuramente più benigna nei bambini, in alcuni casi può essere associata a conseguenze gravi. Come, ad esempio, il rischio di sviluppare la sindrome infiammatoria multisistemica (MIS-c), che può richiedere anche il ricovero in terapia intensiva”. Infine la CTS sottolinea che “la vaccinazione comporta benefici quali la possibilità di frequentare la scuola e condurre una vita sociale connotata da elementi ricreativi ed educativi particolarmente importanti per lo sviluppo psichico e della personalità in questa fascia di età”.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Travolgono una donna e cadono dalla moto, scoppia la rissa alla Sanità

Travolgono una donna e cadono dalla moto, scoppia la rissa alla Sanità.  In due, a bordo di una moto...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria