Maurizio Cerrato ucciso per un parcheggio, festa per uno dei killer per il ritorno a casa
Maurizio Cerrato ucciso per un parcheggio, festa per uno dei killer per il ritorno a casa

Prima filma il padre che attraversa la strada una volta uscito dal carcere di Poggioreale, poi scoppia la felicità in casa. Questa è la festa riservata per una delle persone coinvolte nella morte di Maurizio Cerrato, ucciso a Torre Annunziata a seguito di una lite per un parcheggio. Tra le persone che hanno partecipato a quella feroce lite spunta anche il nome di Francesco Cirillo, pluripregiudicato di 67 anni. Quest’ultimo ha confessato di aver partecipato ai fatti accanto al figlio, ma di non aver colpito mortalmente la vittima.

Da circa due giorni l’uomo – riporta Il Mattino – si trova agli arresti domiciliari e per lui i familiari hanno organizzato una festa di ‘bentornato‘. “Mi mancavi da morire, ti amo papà”, le parole della figlia scritte sui social dopo il ritorno dell’uomo a casa. Partecipa al coro anche la sorella di Cirillo: “Bentornato fratello, sei la mia vita“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.