Medico accusato di 109 abusi su giovani pazienti, offriva droga e villeggiatura

Immagine di repertorio

Un medico austriaco è accusato di aver abusato di giovani pazienti durante la sua attività. Secondo il Messaggero il periodo riguarderebbe un lasso di tempo dal 2000 al gennaio scorso. E’ stata la madre di un 14enne a sollevare il caso, dopodichè si è attivata la Procura di Wels. L’accusa è di violenza sessuale su 109 ragazzi per i quali è stato chiesto il rinvio a giudizio: chiesto il ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario per rischio recidiva.

Il medico avrebbe convinto i ragazzini che gli atti sessuali facessero parte del trattamento medico. I giovani avrebbero ricevuto cannabis dall’uomo oppure sarebbero stati ospiti della sua casa di villeggiatura.