Miano. Tornano gli striscioni contro i Lo Russo:«Il prossimo arresto deve essere cardiaco»

Tornano gli striscioni contro i Lo Russo. Questa sera un maxi drappello è apparso su via Miano proprio di fronte la zona di ‘Abbasc o Messico’, roccaforte del gruppo formato da giovanissimi che ambiva proprio a raccogliere l’eredità dei ‘capitoni’, quei Balzano-D’Errico-Scarpellini decimati dagli arresti. Lo striscione reca la scritta:«Il vostro prossimo arresto deve essere cardiaco. Ztl Lo Russo». Gli investigatori sono sicuri della matrice del gesto: si tratta dell’ennesimo guanto di sfida lanciato dai gruppi e dalle famiglie duramente colpiti dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, famiglie un tempo legate ai ‘capitoni’ ma che, dopo i pentimenti di Carlo Lo Russo e Mariano Torre, hanno avuto più di un congiunto coinvolto e condannato a seguito di inchieste giudiziarie. Famiiglie che avrebbero la loro roccaforte nella zona della ‘Miano di sopra’, ossia la zona tra la II traversa di via Janfolla e via Valente. E’ la terza volta nel giro di un anno e mezzo che simili scritte e striscioni appaiono sui muri di Miano: l’ennesima sfida all’ormai ex potere dei signori di Miano.