Gli affollati veglioni di Capodanno sono stati vietati dal Decreto di Natale, provvedimento varato dal Governo Conte. Però in molti non vogliono arrendersi ai divieti anti-covid. Gli anni scorsi le feste di fine anno venivano organizzati attraverso i social network, oggi, invece, cresce a dismisura il passaparola telefonico. I festini abusivi potrebbero scoperti dopo la segnalazione dei vicini, che potrebbero allertare le forze dell’ordine per disturbo della quiete pubblica.

Alcuni sprovveduti vorrebbe prenotare le stanze delle strutture ricettive oppure prenotare locali o case private per una sola notte. Gli inviti ‘clandestini’ girano, soprattutto, su WhatsApp e Telegram. Chi soggiorna in albergo potrà anche fare delle cene nel ristorante della struttura, con una limitazione per Capodanno: dalle ore 18.00 del 31 dicembre 2020 e fino alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021. Quindi la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive sarà consentita solo con servizio in camera.

INVITI A CASA, LE REGOLE PER LE FESTE

Intanto da domani e fino al 3 gennaio l’Italia tornerà in zona rossa, ciò significa che ogni spostamento dovrà essere giustificato validamente con l’autocertificazione.  E’ possibile ricevere a casa fino a 2 persone non conviventi dalle 5 alle 22. Lo spostamento verso le abitazioni private è consentito una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le 22 verso una sola abitazione ubicata nella medesima regione e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle già conviventi. Oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

VEGLIONI DI CAPODANNO, LO STOP DI DE LUCA

Lo scorso 22 dicembre il Governatore Vincenzo De Luca fu molto netto in merito alle feste e ai veglioni: “Ho detto qualche tempo fa che quest’anno non avremmo avuto né il Natale né Capodanno. Dobbiamo rimanere concentrati, vedete le notizie dell’ultima ora, abbiamo da fare i conti con una variante del virus che ci viene dall’Inghilterra. Non avremo molto da festeggiare”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.