Arrivi in Campania, nuova ordinanza di De Luca valida fino al 15 giugno

De Luca emana un'altra ordinanza, valida fino al 15 giugno

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato ed emesso una nuova ordinanza. Il dispositivo sarà valido fino al prossimo 15 giugno e riguarderà il rispetto delle norme di sicurezza e anti contagio. Nello specifico l’ordinanza di De Luca ha lo scopo di regolamentare la mobilità verso la Campania e per le isole.

I punti più importanti

Tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie della Campania con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, dovranno sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea. In caso di temperatura pari o superiore a 37,5 gradi, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone. E’ una delle prescrizioni contenute nell’ordinanza 54 firmata dal presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, e valida fino al 15 giugno. Tutte le persone provenienti dalle altre regioni o dall’estero hanno l’obbligo, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente la ASL competente e il proprio medico. Per i servizi di trasporto pubblico locale di linea terrestri (su ferro e su gomma) e per quelli non di linea è confermata la riattivazione nella misura del 100 per cento dei servizi programmati in ordinario.  Riattivazione completa anche per i servizi marittimi.
Nessun allentamento sulle mascherine che saranno ancora obbligatorio in tutto il territorio regionale.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato ed emesso una nuova ordinanza. Il dispositivo sarà valido fino al prossimo 15 giugno e riguarderà il rispetto delle norme di sicurezza e anti contagio. Nello specifico l’ordinanza di De Luca ha lo scopo di regolamentare la mobilità verso la Campania e per le isole.

I punti più importanti

Tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie della Campania con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, dovranno sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea. In caso di temperatura pari o superiore a 37,5 gradi, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone. E’ una delle prescrizioni contenute nell’ordinanza 54 firmata dal presidente della Giunta regionale,