9.1 C
Napoli
martedì, Dicembre 7, 2021
- Pubblicità -

Plusvalenze sospette nel calcio, 40 operazioni su 60 sono della Juve: indagini anche su Osimhen


La procura federale della Figc guidata da Giuseppe Chinè ha aperto un fascicolo su una serie di plusvalenze sospette avvenute negli ultimi due anni. La Covisoc ha inviato al Procuratore federale un dettagliato resoconto su 62 trasferimenti.
Tra questi ci sono quelli di Arthur alla Juventus e Pjanic al Barcellona e il trasferimento di Osimhen dal Lille al Napoli.

Le plusvalenze per gonfiare i bilanci

La Procura della FIGC sta indagando su alcune plusvalenze sospette, operazioni fatte dalle società di calcio per sistemare i propri bilanci. Nel mirino soprattutto la Juventus, ma anche il Napoli per la cessione di giovani calciatori al Lille nell’ambito della trattativa Osimhen.
Un’indagine avviata grazie a una segnalazione della Covisoc, a chiusura di un’analisi sugli ultimi due anni di calciomercato.

La plusvalenza sospetta dell’acquisto di Osimhen

Nelle 62 operazioni di mercato segnalate c’è anche il Napoli. La vicenda è quella che ha portato Osimhen da De Laurentiis a fronte della cessione di un gruppo di giocatori che ha consentito al club di realizzare comunque una cifra significativa sempre sul fronte plusvalenze.
L’unico precedente che aveva portato a una condanna di un certo rilievo ha riguardato gli scambi fra Chievo e Cesena nel 2018 coi tre punti di penalizzazione ai veneti (la procura federale ne aveva chiesti 15, mentre nel frattempo il club romagnolo era fallito). Ma su quella vicenda c’era stata un’indagine penale con tanto di intercettazioni telefoniche.

Le dichiarazioni di Gravina

Sull’argomento si è espresso Gabriele Gravina: “Non sono preoccupato per la vicenda plusvalenze, questo problema lo stiamo seguendo da tantissimo tempo perché è noto a tutti – le parole del presidente della FIGC a margine della presentazione di un libro – Quindi, più che una indagine di tipo persecutorio, abbiamo un’indagine conoscitiva. Covisoc, da noi sollecitata più volte ha voluto mettere insieme una serie di elementi che aiutano anche a capire le condizioni del nostro sistema, quindi a conclusione di queste ricerche ha messo a conoscenza noi e la Procura, la quale adesso dovrà fare degli approfondimenti”.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Terrore in Via Montenuovo Licola a Patria, ragazza e cagnolino azzannati da un pitbull

di Angelo Covino Brutta disavventura per un cagnolino di piccola taglia e per la sua giovane padroncina che ha visto...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria