Prima dell’agguato un summit:«Avevo già avvertito i Nappello»

Il recente processo d’appello contro i narcos del clan Lo Russo, processo conclusosi con diversi sconti di pena (leggi qui) era incentrato in gran parte sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia tra cui gli ex boss Mario e Carlo Lo Russo. Oltre a loro fondamentali si sono rivelate le confidenze di Ciro Ferrara, ex ras della zona di Chiaiano e Marianella. Ferrara ha parlato di cosa è successo nei ‘capitoni’ all’indomani dei pentimenti concentrandosi sul ruolo svolto da Valerio Nappello e della sua batteria di giovanissimi. E’ questo il primo nucleo di quello che poi sarà il gruppo di ‘Abbasc Miano’. Ferrara in particolare ha parlato di un incontro avuto proprio con Nappello a causa delle mire del ras sulla sua zona di competenza. Il gruppo facente capo a Valerio Nappello, detenuto in comunità di recupero ma presente a Miano grazie ai permessi che gli consentivano libertà di movimento, era composto da Gianluca AnnunziataLuigi Mango e Alessio Peluso indicati come giovanissimi colonnelli sul campo dell’ex braccio destro di Antonio Lo Russo.

L’incontro con i ‘colonnelli’ di Nappello

«Uscito in permesso dalla casa lavoro di Vasto, a fine luglio del 2016 seppi da mio nipote che Nappello stava facendo abusi nella nostra zona, a Chiaiano e Marianella. In particolare mi dissero che stavano facendo le estorsioni. Decisi quindi di incontrare i referenti di Valerio. Mi recai a sorpresa in una abitazione in uso a Gennaro a’Cannola, che sono in grado di indicare. Si trova in un parco a Miano chiamato “la Villetta”.  Dissi ai referenti di  Nappello  che Marianella e Chiaiano era “zona mia” e offri loro una quota per i carcerati. Dopo qualche giorno Nappello mi mando una ‘imbasciata’ tramite Annunziata Gianluca per incontrami ma io ho capito che era una trappola e non ci sono andato. Insomma si venne a creare un situazione di forte contrasto con il gruppo capeggiato da Valerio Nappello e si doveva quindi dare un segnale di forza».

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook