Qualiano non dimentica la storia, presentata la nuova Pro Loco

Si è svolta domenica mattina la presentazione della neonata Pro Loco Qualiano, ospiti del Circolo della Caccia nella storica Piazza D’Annunzio. Un buon numero di persone ha riempito la sala seguendo con attenzione tutti i passaggi di una conferenza in cui sono intervenuti i membri della associazione e un buon numero di figure istituzionali. E’ stato un incontro dai toni pacati e sereni, propositivi e speranzosi, volto anche a chiarire i perchè di una scissione all’interno della vecchia associazione. A fare tale chiarimento è stato l’avvocato Sabina Morgera, che ricopre il ruolo di consigliere all’interno dell’associazione, che ha messo un punto finale su tutte le polemiche di questi giorni.

Un concetto espresso anche dal Presidente, il professore Davide Morgera, che poi è passato ad illustrare il programma annuale delle manifestazioni che si succederanno da marzo a dicembre. Un programma davvero ricco e nutrito con il prossimo Carnevale del 2 e 3 marzo, l’impegno nel sociale con conferenze in occasione della giornata mondiale dell’autismo, il Premio Pelella dedicato ad uno dei personaggi a cui Qualiano ha voluto più bene, il Maggio delle Cultura con estemporanee di pittura e le visite alla Casa Museo del Canonico Migliaccio fino agli impegni estivi in collaborazione con le altre associazioni. Non mancheranno momenti legati all’enogastronomia con la sagra della patata e gli incontri teatrali con la scuola di recitazione. L’anno si concluderà in bellezza con la pubblicazione di un calendario storico di Qualiano che sarà distribuito gratuitamente a tutti i soci dell’associazione. L’intervento del Vice Presidente, dottor Carmine Ranucci, ha chiarito le linee guida su cui si muoverà la Pro Loco mettendo in evidenza l’importanza della sinergia con le altre realtà territoriali.

 

La parola è poi passata alle figure istituzionali presenti le quali hanno augurato una lunga vita ed un ‘in bocca al lupo’ alla nuova Pro Loco. Parole di appoggio del vice comandante dei Carabinieri Manuel Giusa, del Sindaco Raffaele De Leonardis che, con la pacatezza che lo contraddistingue, ha evidenziato come anche il suo background provenisse dal mondo dell’associazionismo, dell’assessore Bonaventura Cerqua che si è dichiarato pronto a collaborare per il bene della città, dell’assessora Elvira Di Nardo che ha sottolineato come la cultura possa smuovere le coscienze, dell’assessore Sabatino Franzese che ha evidenziato quanto sia importante il ‘fare gruppo’ e lo ‘stare in gruppo’ per perseguire un obiettivo comune. Non sono mancati i saluti del presidente della Pro Loco di Villaricca, Armandino De Rosa che si è lanciato in un simpatico panegirico sull’uso della mela annurca e sulle tradizioni popolari. Un incontro davvero stimolante e propositivo per la città che si è concluso con lo scoprimento della tabella con il bel logo dell’associazione, realizzato dall’architetto Renata Guadalupi, in bella evidenza. Alla fine champagne per tutti e un augurio sincero di buon lavoro al nuovo team. Sperando che Qualiano possa finalmente uscire dal buio che lo attanaglia!

di Filomena Sgariglia