Rapina a Miano, prima la fuga poi gli arresti: uno dei due era ai domiciliari

Gli uomini del commissariato di Scampia diretto dal primo dirigente Bruno Mandato hanno arrestato la scorsa notte a Miano due soggetti perché ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Addirittura, uno dei due arrestati era già ristretto ai domiciliari, cosa però che non l’ha dissuaso da compiere il reato e per questo è indagato anche per evasione degli arresti domiciliari. Stando a quanto si è appresso, i due individui avevano precedentemente compiuto una rapina nella zona prima di fuggire. Poco dopo, però, una volante del commissariato di Scampia li ha intercettati ed inseguiti. Una volta raggiunti nell’area del quartiere Miano, i rapinatori hanno aggredito gli agenti prima di essere bloccati ed ammanettati. Uno degli agenti è rimasto contuso: per lui venti giorni di prognosi.