Reddito di Cittadinanza, 35 ‘furbetti’ napoletani hanno preso 103 mila euro

Secondo l’Ispettorato del Lavoro di Napoli 35 furbetti hanno incassato 103 mila euro con il Reddito di Cittadinanza, senza aver alcun titolo. Gli incaricati hanno controllato oltre 4 mila aziende. Sono stati 570 i provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, emessi per la presenza di lavoratori in nero il 20 per cento.

Reddito di cittadinanza, i casi in cui viene sospeso l’assegno

Il Reddito di cittadinanza decade quando uno dei componenti il nucleo familiare:

  • non effettua la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro;
  • non sottoscrive il Patto per il lavoro o il Patto per l’inclusione sociale;
  • non partecipa alla formazione professionale;
  • non aderisce ai progetti utili alla collettività, nel caso in cui il comune di residenza li abbia istituiti;
  • non accetta almeno una di tre offerte di lavoro congrue oppure, in caso di rinnovo, non accetta la prima offerta di lavoro congrua;
  • non comunica l’eventuale variazione della condizione occupazionale oppure effettua comunicazioni incomplete;
  • non presenta una dichiarazione aggiornata in caso di variazione del nucleo familiare;
  •  venga trovato a svolgere attività di lavoro dipendente, o attività di lavoro autonomo o di impresa, senza averlo comunicato.