Rene in vendita perché senza lavoro, Antonio tenta di nuovo il suicidio: salvato in extremis

Antonio Campanile
Ha tentato di nuovo di farla finita Antonio Campanile, che già in passato aveva tentato il suicidio. Ieri sera ha assunto dei farmaci ma è stato salvato in extremis da Pino Grazioli, il quale ha allertato subito i carabinieri e si è recato sul posto. Ha trovato la porta chiusa e, dopo averla sfondata, ha  trovato Antonio in uno stato di incoscienza imbottito di farmaci. Immediatamente sono stati chiamati anche i soccorsi 118, che hanno trasportato Antonio all’ospedale ad Aversa.
Già in passato ci siamo occupati della storia di Antonio, qualche mese fa aveva messo in vendita un rene per poter sopravvivere, ormai senza stipendio da 8 mesi non riusciva più a tirare avanti. Nel giro di neanche 24 ore, grazie alla diretta Facebook di Pino Grazioli – l’editore televisivo che ha deciso di raccontare la sua storia – e grazie a migliaia di condivisioni da parte degli utenti, una vera e propria ondata di solidarietà si è mossa per aiutare Antonio.

La sua storia ha commosso e riscaldato il cuore di tante persone. C’è stato chi non ha voluto fargli mancare anche solo un pensiero e chi invece è riuscito ad aiutarlo in maniera più concreata. Ad Antonio infatti è stato offerto un lavoro da un imprenditore locale che, toccato dalla sua storia, lo ha contattato in prima persona. Inoltre l’uomo è stato avvicinato anche dall’associazione ‘Angel di Napoli’.

Sulla propria pagina Facebook, Pino Grazioli ha organizzato una raccolta fondi per aiutare Antonio.

Senza stipendio da 8 mesi, Antonio mette in vendita un rene per sopravvivere: “Non mangio da 3 giorni”. VIDEO