“Scampia è cambiata” Franco Ricciardi difende il suo quartiere in Rai

Ieri il Tg2 ha trasmesso un servizio sulla provincia di Napoli Nord, raccontata attraverso un’intervista a Franco Ricciardi. Il cantante ha parlato della rinascita dei quartieri di Scampia e Secondigliano, zone in cui è nato e vissuto.

Venti anni fa Ricciardi dedicò la canzone 167, frutto di un passato neomelodico che non ha mai rinnegato. “Io l’ho vista nascere Scampia: non è più come prima, è cambiata. Bisogna far venir fuori il bello. Una vela vorrei tenerla su, aggiustata e che possa di diventare il simbolo del riscatto” ha detto l’autore napoletano. Ricciardi, Andrea Sannino e Sal da Vinci hanno cantato Nanà, proprio in Rai.

LA CANZONE NANA’

Una delusione che ha accettato con non poca fatica, quella ricevuta da Renato Zero per il rifiuto della sua canzone “Nànà”, scritta per Sal Da Vinci. Il brano, purtroppo, non è stato scelto tra tutti quelli presenti a Sanremo.  ”Avevo scritto, in questo momento, un inno d’amore per Napoli città aperta, Nanà appunto: possibile che non meritasse di essere tra i 22 brani scelti? Tutti migliori del mio? Tutte voci migliori di quella di Sal?”.

Renato Zero si esprime su Napoli

Proprio fatica ad accettarlo questo rifiuto, Renato Zero. Il cantante si è anche espresso sulla città partenopea: “Napoli è stata capitale musicale, e lo è ancora, in qualche modo, basti pensare che io in tour mi porto i Neri per Caso, un percussionista del calibro di Rosario Jermano, e ogni volta che può mi raggiunge Sal Da Vinci. È possibile che Napoli non abbia uno spazio adatto? È possibile che i governanti che si sono succeduti non abbiano pensato che costruirne uno fosse una priorità, culturale come economica? È come la storia di Fonopoli: la mia cittadella della musica non l’hanno voluta, poi si sono ritrovati circondati dai prodotti dei talent show”.