Vergonga a Giugliano dove qualcuno – al momento ignoto – ha rubato una bombola dell’ossigeno (vuota) fuori casa di un paziente Covid. A denunciare l’accaduto è stata la giornalista Marilena Natale che su Facebook scrive: “Siamo arrivati alla frutta. A Giugliano hanno rubato una bombola (vuota) dell’ossigeno fuori l’abitazione di un paziente affetto da Covid…”.
Un gesto vergognoso accaduto proprio nei giorni in cui, in Campania, c’è un serio problema legato alla disponibilità di bombole.

Le parole di Vincenzo Santagada, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli

Non manca l’ossigeno, c’è carenza di bombole. E’ quanto fa sapere Vincenzo Santagada, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli, in merito a quanto accade in questi giorni: la situazione è peggiorata perchè moltissime persone non hanno restituito le bombole vuote. Ma la situazione potrebbe sbloccarsi positivamente.

“Da oggispiegaè in vigore una direttiva della Regione Campania in base alla quale anche i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta possono prescrivere ossigeno liquido per ovviare alla carenza delle bombole”: Finora, questo tipo di ossigeno era prescrivibile solo dagli specialisti ospedalieri, dagli pneumologi.

“Questa direttivasottolinea Santagadadovrebbe ridurre il disagio legato all’assenza di bombole”. Un’altra possibilità, infine, è data dall’ossigeno liquido concentrato. “Un apparecchio che funziona come se fosse un elettrodomesticoaggiungeattaccato a spina della corrente elettrica, questo apparecchio prende l’area dalla stanza in cui si trova una persona e separa l’ossigeno da anidride carbonica e azoto che vengono eliminati”. (ANSA).

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.