Cinque contagi tra i bambino dell’infanzia sono bastati a convincere il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, a chiudere le scuole destinata alla fascia d’età da 0 a 5 anni. La decisione, ha spiegato il primo cittadino, è stata presa dopo la conferma dell’Asl sui cinque contagi.  Proprio ieri, per le attività didattiche in presenza a Somma Vesuviana, il sindaco aveva disposto la proroga fino al 27 febbraio per le sole scuole primaria, medie inferiori e superiori, decidendo di riaprire l’infanzia a partire da lunedì.

Le altre notizie | Festa a Napoli prima della zona arancione, multate 38 persone: alcune venivano da altre regioni

Ieri sera gli agenti del Commissariato Posillipo e dell’Ufficio Prevenzione Generale, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Orazio per una segnalazione di schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un’abitazione.

La scoperta dei poliziotti

I poliziotti, giunti sul posto, sono entrati nell’appartamento in cui hanno sorpreso molte persone, non appartenenti allo stesso nucleo familiare, intente a festeggiare un compleanno.

Trentotto persone tra i 20 e i 37 anni, alcune delle quali provenienti anche da fuori regione, hanno ricevuto una sanzione .

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.