“Ti affitto una bella casarella a Gaeta”, napoletano si fa accreditare 600 euro ma l’abitazione non esisteva

Nella mattinata di ieri, a Gaeta a conclusione di specifica attività di indagine, i militari della locale tenenza carabinieri, deferivano all’a.g. in stato di libertà un 43 enne di Napoli, ritenuto responsabile del reato di truffa. Nello specifico, il 43enne mediante fraudolente inserzioni su un portale internet di annunci commerciali, aveva indotto un 64enne, ad accreditare su una carta prepagata a lui intestata, la somma di “euro 600”, quale corrispettivo per l’affitto di una casa vacanza a Gaeta, ma di fatto non esistente.

L’uomo è stato individuato dopo la denuncia di un turista frodato, il quale aveva pagato 600 euro caricando una postepay per l’affitto dell’appartamento che era stato pubblicizzato  su un portale internet di annunci commerciali. All’arrivo a Gaeta l’amara sorpresa, con la conseguente segnalazione ai Carabinieri.