14.7 C
Napoli
domenica, Febbraio 25, 2024
PUBBLICITÀ

Uccide la moglie, la telefonata choc del figlio: “Zia corri, papà ha ucciso mamma”

PUBBLICITÀ

Il gip del tribunale di Trani ha applicato la custodia cautelare in carcere per omicidio volontario nei confronti di Luigi Leonetti, reo confesso del femminicidio della moglie 42enne Vincenza Angrisano.

L’ennesimo femminicidio

Ho commesso una fesseria… venite sopra, sono stato io…. Sta qui” così Luigi Leonetti, 51 anni, di Andria, spiega ai soccorritori del 118 martedì scorso. Lui stesso aveva chiamato i soccorritori per avvisarli di aver ucciso a coltellate la moglie Vincenza Angrisano. Quest’ultima, 42 anni, è stata uccisa nella loro abitazione a tre chilometri dalla città, sulla strada provinciale 231.

PUBBLICITÀ

L’accusa è di omicidio volontario aggravato dal fatto di aver commesso il fatto ai danni della coniuge. I sanitari lo hanno trovato vicino al cancello dell’abitazione che faceva segno di entrare all’interno del recinto.

Una volta entrati i sanitari hanno trovato il corpo della donna sul pavimento del primo piano, nel corridoio poco fuori il bagno. Secondo quanto riferito dai sanitari agli investigatori i due figli della coppia, di 6 e 12 anni, al momento dell’arrivo dei soccorsi erano nella loro stanza alla fine del corridoio con la porta semichiusa. Questo non fa che aggiungere dettagli inquietanti all’ennesima tragedia di femminicidio.

Leonetti ha raccontato di averla uccisa perché: “era stato tradito dalla predetta“. Pare inoltre che il figlio più grande della coppia abbia lui stesso telefonato alla zia quel pomeriggio dicendole: “Zia, papà ha accoltellato mamma…, ha ucciso mamma… corri ….

Leonetti, nelle sue dichiarazioni successive davanti al pubblico ministero, ha aggiunto altri dettagli inquietanti. Pare infatti che l’idea di uccidere la moglie si sia sviluppata in occasione della precedente aggressione alla moglie alcuni giorni prima. Dopo averla rimproverata ed aggredita perché rincasata troppo tardi, costringendola ad andare in ospedale per farsi medicare aveva meditato “il proprio intendimento omicidiario, non nascondendo che questo pensiero aveva attraversato la sua mente“.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Volano le coltellate nel carcere di Avellino, un detenuto è grave

E' scoppia una rissa a coltellate tra detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino. A darne notizia la Segreteria UILPA...

Nella stessa categoria