Un Posto al Sole, quanti addii: altri protagonisti pronti a salutare

Un Posto al Sole, quanti addii: altri protagonisti pronti a salutare
Un Posto al Sole, quanti addii: altri protagonisti pronti a salutare

In queste settimane non si fa che parlare della crisi che sta vivendo Un Posto al Sole. Negli ultimi anni diversi personaggi storici della serie napoletana hanno abbandonato. L’ultima è stata Marina, interpretata da Nina Soldano. L’attrice ha spiegato che quella di lasciare è stata una scelta degli autori. Ma prima di lei sono scomparsi Otello(Lucio Allocca), Teresa(Carmen Scivittaro), tra poco Angela, Alex, Anita, Greta, Andrea (Davide Devenuto), 

Adesso gli appassionati dovranno accettare l’abbandono di un altro personaggio che per tanti anni è stato centrale nelle storie del gruppo di amici napoletani. Si tratta di Michele Saviani(Alberto Rossi), il noto giornalista che arrivò a Palazzo Palladini fingendosi gay.

Interpretato da Alberto Rossi, l’attore livornese ricopre il ruolo del giornalista, marito di Silvia Graziani e padre di fatto di Rossella.

In una recente intervista Alberto Rossi ha dichiarato come è difficile lavorare in questo periodo con il Coronavirus, ma non ha smentito le voci che circolano sul suo addio, che potrebbe arrivare dopo la crisi con Silvia Graziani.

La crisi del personaggio con la moglie verrà quindi molto probabilmente utilizzata per portare Michele Saviani fuori dalla storia e permettere l’addio da parte dell’attore.

Motivi economici dietro ai tagli a Un Posto al Sole, dopo Marina via altri importanti attori

Nina Soldano e la produzione di Un posto al sole non avrebbero trovato un buon compromesso economico. “È da tempo che tra l’attrice e la Fremantle, la società che produce la soap opera, si dialogava per cercare di rinnovare l’accordo sulla base di nuove condizioni economiche che – così come ci rivela una fonte interna vicina alla produzione – non sarebbero state ritenute accettabili dall’attrice”. Non solo, i problemi causati dalla pandemia potrebbero portare all’abbandono di altri personaggi importanti. L’anticipazione arriva sempre da Fanpage, che spiega come la produzione si sia vista costretta a far quadrare i conti e che questo li avrebbe costretti a “tagliare” altri personaggi eccellenti

Rispo ha espresso la sua solidarietà alla categoriama è chiaro che non si sente al sicuro: “Io per fortuna lavoro ma lotto ugualmente accanto a tutte le associazioni di categoria per dare maggiore tutela agli attori. È un momento difficilissimo: teatro, cinema e musica sono fermi e chissà quando riprenderanno. Siamo in ginocchio e avere sussistenza e tutela è molto difficile”..

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.