Raffaele Conte
Raffaele Conte

“Vogliamo sapere la verità, noi siamo convinti che mia padre abbia perso la vita a causa del vaccino. Era una donna sana”. Sono le dichiarazioni rese ad InterNapoli.it da Raffaele Conte, figlio di Sonia Battaglia morta ieri all’Ospedale del Mare dove era ricoverata per il peggioramento delle sue condizioni di salute a seguito della somministrazione del vaccino Astrazeneca.

“Mia madre aveva dei dubbi sulla vaccinazione, poi per senso di responsabilità verso gli studenti e ascoltando il parere dei medici che hanno parlato in tv si è lasciata convincere” l’aggiunta di Raffaele. A seguire legalmente la famiglia della vittima è l’avvocato Nicola Barbatelli, che ha un legame di parentela, con la vittima. In attesa di conoscere i risultati dell’autopsia che verrà effettuato sul corpo della vittima la prossima settimana e dell’esito delle indagini “già quando Sonia era in vita – fa sapere l’avvocato – ho scritto a vari organi istituzionali come Ministero della Salute e Regione Campania senza però ricevere ancora risposta. L’unica a farlo è stata la segreteria del Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, che però può fare poco”. 

L’intervista al figlio di Sonia Battaglia

Napoli, è morta Sonia Battaglia: si era sentita male dopo il vaccino

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.