7.3 C
Napoli
lunedì, Gennaio 24, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

4 errori comuni che noi italiani facciamo quando parliamo francese


Per noi italiani il francese è una lingua che appare piuttosto semplice, ma nella realtà dei fatti riuscire ad impararla correttamente e parlarla senza commettere errori si rivela decisamente più complicato del previsto. Questo perché il francese è una lingua gradevole, priva di regole grammaticali stringenti come ad esempio il tedesco e ricca di vocaboli piuttosto semplici da ricordare. Il vero problema è che proprio noi italiani, anziché porci il problema di come imparare il francese, sottovalutiamo la difficoltà di tale lingua.

Vediamo però nel dettaglio quali sono gli errori più comuni che commettiamo quando parliamo in francese.

  • #1 Utilizzo dell’ausiliare essere nei tempi composti

Un primo errore che commettiamo noi italiani quando parliamo il francese è quello di utilizzare l’ausiliare “essere” nei tempi composti. Siamo infatti abituati, nella nostra lingua, a comporre i vari tempi usando questo verbo ma nella lingua francese le cose funzionano in modo completamente differente! L’unico da utilizzare infatti è il vero “avere”, in tutti i casi, sempre e comunque. Una regola piuttosto semplice, eppure per noi italiani è davvero un attimo confondersi perché nella nostra lingua si utilizza molto più spesso l’ausiliare essere.

  • #2 Pronuncia scorretta di una parola polisemica
  • Così come l’italiano, anche il francese è una lingua ricca di parole polisemiche, che si scrivono esattamente uguali ma che hanno significati completamente differenti a seconda di come vengono pronunciate. Un errore comune di noi italiani è proprio quello di sbagliare tale pronuncia, andando di fatto ad utilizzare una parola che ha un senso nettamente diverso da quello che pensiamo. Per riuscire ad evitare di commettere questo errore è necessario padroneggiare al meglio il vocabolario della lingua francese e dunque studiare, oltre che fare esperienza.
  • #3 Costruzione errata della frase
  • Altrettanto ricorrenti da parte di noi italiani sono gli errori nella costruzione della frase in francese, in quanto tale lingua prevede delle regole, a livello di sintassi, effettivamente diverse dalle nostre. Per quanto riguarda le negative infatti, non è sufficiente inserire il “ne” che corrisponde al nostro “non” ma va aggiunto in fondo alla frase anche il “pas”: elemento che noi tendiamo spesso a dimenticare per strada. Per quanto invece riguarda le interrogative, non è sufficiente cambiare il tono della pronuncia come in italiano: in francese occorre invertire l’ordine di soggetto e verbo (così come avviene nel tedesco).
  • #4 Errori di pronuncia generali
  • In generale, noi italiani siamo spesso propensi a commettere degli errori nella pronuncia del francese e questo è del tutto comprensibile. La nostra lingua è infatti differente e non prevede tutto il complesso sistema di accenti che troviamo invece nel francese. Il problema però non è tanto l’errore di pronuncia in sé, quanto il fatto che in molti casi a seconda di dove viene posto l’accento e della sua tipologia cambia proprio il significato della parola. È dunque importante prestare attenzione a questo dettaglio, perché riuscire a pronunciare correttamente le frasi in francese significa in sostanza essere in grado di dire ciò che si ha in mente, senza rischiare di non essere capiti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

L’Antica Pizzeria da Michele piange Francesco Condurro, addio allo storico socio

"Oggi è un giorno triste per noi: salutiamo un grande uomo e una persona amata da tutti. Francesco Condurro,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria