squalo squali giornata mondiale degli squali
Giornata mondiale degli Squali, minacciato un terzo delle specie

L’incidente è avvenuto sabato scorso sulla spiaggia di Piedade nella città brasiliana di Jaboatao dos Guararapes. La spiaggia è considerata un punto caldo per gli attacchi di squali perché è aperta e non protetta da barriere coralline. Secondo il rapporto della Polizia, Marcelo Rocha Santos era andato in spiaggia insieme con amici. Quando il 51enne è dovuto andare in bagno, si dice che sia andato in mare ubriaco. Apparentemente l’uomo ha trascurato uno squalo che stava nuotando nell’acqua bassa girando intorno. Secondo testimoni oculari, Santos è stato infine attaccato dallo squalo.

“C’era molto sangue nell’acqua”, ha detto un testimone ai media. Gli amici del 51enne si sono immediatamente precipitati in soccorso del loro compagno e lo hanno trascinato a riva, dove è caduto a terra privo di sensi. Marcelo Rocha Santos, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha riportato gravi ferite nell’attacco, lo squalo gli aveva staccato con un morso una mano e un pezzo di una gamba.

Giornata mondiale degli Squali, minacciato un terzo delle specie

Il 14 luglio è dedicato agli elasmobranchi, predatori all’apice della catena alimentare che si trovano oggi in uno stato di conservazione molto precario a causa dell’uomo.

Il 14 luglio si celebra la Giornata mondiale degli Squali, dedicata agli elasmobranchi, predatori all’apice della catena alimentare che si trovano oggi in uno stato di conservazione molto precario a causa dell’uomo. Secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (Iucn), infatti, pur ricoprendo un ruolo importantissimo all’interno degli ecosistemi marini oltre un terzo delle specie di elasmobranchi, come gli squali e le razze, è minacciato. In particolare, nel Mediterraneo sono fortemente a rischio la metà delle 48 specie di squalo presenti.

Anche su questo allarme è focalizzata la Giornata mondiale degli Squali, che si celebra oggi 14 luglio. Per contribuire alla loro conservazione, il progetto LIFE ELIFE, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso lo strumento finanziario Life, mira a coinvolgere i pescatori. L’iniziativa nell’applicazione di strumenti alternativi di pesca, che consentano di limitare le catture accidentali e di aumentare la sopravvivenza degli squali pescati. Durante i mesi di maggio e giugno 2021, si sono svolte le prime prove sperimentali con il SED (Shark Excluder Device/dispositivo di esclusione per squali). Una una griglia posta davanti alla fine della rete a strascico che impedisce agli squali di essere catturati accidentalmente.). Tali attività dimostrative sono state svolte grazie alla collaborazione dei pescatori della marineria di Porto Garibaldi, e sono state coordinate dal CNR-IRBIM di Ancona.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.