34.9 C
Napoli
giovedì, Agosto 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Allevamento trasformato in covo di armi e droga, famiglia napoletana in manette a Riccione


Tre persone originarie della provincia di Napoli sono state arrestate per detenzione di armi e droga a Riccione.  Un allevamento di animali – in pessime condizioni igienico-sanitarie – allestito abusivamente in un fondo agricolo in cui sono stati rinvenuti anche sostanze stupefacenti e armi detenute illegalmente, tra cui due pistole ed un fucile con matricola abrasa. Questo il risultato di una operazione condotta dai Carabinieri di Riccione e Cattolica e della stazione forestale di Rimini che hanno arrestato i tre componenti di un nucleo familiare originario del Napoletano residente nel capoluogo romagnolo.

Nell’allevamento i militari hanno trovato 24 cani Pitbul, un esemplare di tartaruga Testudo Greca e un maialino Minipig, oltre a un ingente quantitativo di stupefacenti e armi. Per i tre componenti del nucleo familiare – padre, madre e figlia minorenne di 17 anni – si sono aperte le porte del carcere di Rimini e del centro accoglienza per minori di Bologna: dovranno rispondere, fra l’altro, di detenzione di droga ai fini di spaccio, maltrattamento di animali e detenzione di armi clandestine.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. “Dammi l’orologio”, turista sventa la rapina e fotografa i ladri: fermati

Martedì pomeriggio una donna si è presentata presso gli uffici della Questura per denunciare di aver subito un tentativo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria