Arresto contro la camorra di Pozzuoli, preso il nipote del boss assassinato

camorra arresto polizia iadonisi
Foto polizia. [Foto d'archivio]

Arresto contro la camorra di Pozzuoli, preso il nipote del boss: era armato. Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Pozzuoli hanno controllato in via del Mare un’auto con a bordo un uomo che aveva indosso una pistola semiautomatica con matricola abrasa, completa di caricatore con 6 cartucce cal. 9×18 di cui una in canna. Nell’auto hanno rinvenuto un borsello con altre tre cartucce dello stesso calibro ed un coltello a serramanico della lunghezza di circa 15,5 cm.

Vincenzo Perillo arrestato, quindi, per detenzione di arma clandestina e ricettazione, mentre il veicolo è stato sequestrato. Il 44enne è legato al clan Beneduce, infatti, è nipote del boss di camorra Gennaro Perrillo. Vincenzo è stato scarcerato nel gennaio scorso, dopo 10 anni di reclusione.

IL PENTITO DELLA CAMORRA DI POZZUOLI

Lo scorso agosto Procolo Pagliuca, detto Lino, 35enne ras del Rione Toiano, diventava infatti collaboratore di giustizia. Attualmente detenuto nel carcere di Rebibbia in regime dì 41 bis, il 35enne sta scontando una pena di 17 anni e 4 mesi essendo stato accusato di essere uno dei killer di Gennaro Perillo ucciso nei giardinetti del rione Toiano.

Ad anticipare la notizia Cronaca Flegrea. La scelta di Pagliuca era nell’aria tant’è che in quei giorni alcune persone vicine al ras del rione Toiano si erano allontanate volontariamente dalle loro abitazioni. La decisione di Pagliuca di passare dalla parte dello Stato potrebbe consentire ai magistrati di avere finalmente delle risposte in merito a due casi ancora irrisolti.

Specie due omicidi, quello del 2010 di Carmine Campana e quello di Giuseppe Minopoli. Quest’ultimo, guardia giurata, uccisa il 6 settembre del 2008 a Monterusciello nel tentativo di sventare una rapina. Con il pentimento di Pagliuca le cose potrebbero finalmente cambiare all’interno della mala puteolana.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.