De Luca e il bollettino da zona rossa
De Luca e il bollettino da zona rossa

Aumentano i nuovi positivi ma cala la curva dei contagi da Coronavirus in Campania: oggi il virus fa registrare 1.933 positivi su 21.180 tamponi molecolari esaminati, 575 in più di ieri con 6.660 tamponi processati in più. In percentuale, significa che è positivo il 9,13% dei test, poco meno di ieri quando l’indice di contagio era al 9,35%. Di tutti questi nuovi contagiati, 1.361 sono asintomatici e 572 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

Campania ancora in zona rossa, sarà la sesta settimana consecutiva: il motivo

Il ministro della Salute Roberto Speranza, in data 2 Aprile 2021, ha firmato un’ordinanza entrata in vigore il 6 Aprile. La Campania viene confermata Zona Rossa Covid 19 per altri 15 giorni, fino quindi al prossimo 20 aprile, salvo modifiche. Il motivo è l’indice di contagio RT ancora alto. Un altro elemento che preoccupa è la mortalità che in regione si mantiene con un andamento abbastanza alto. Infatti, basti pensare che circa due settimane fa contavamo da inizio pandemia (Marzo 2020) 5000 morti ed oggi ne contiamo 700 circa in più.

Vaccini: in Campania somministrate un milione di dosi

In base ai dati aggiornati delle vaccinazioni alle ore 13.30, in Campania, è stata raggiunta la soglia del milione di somministrazioni di dosi. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 725.991 cittadini. Di questi 274.367 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale: 1.000.358

Sono 500 le farmacie tra Napoli e provincia che hanno manifestato la propria disponibilità a partecipare alla campagna di vaccinazione Covid. Il dato è stato trasmesso al commissario Figliuolo tramite Federfarma nazionale che sta aggregando tutti i report provenienti dalle associazioni provinciali in modo da consentire alla struttura commissariale di poter organizzare le vaccinazioni anche in farmacia
“Ha aderito oltre il 65% delle farmacie nostre iscritte”, commenta Riccardo Maria Iorio, presidente di Federfarma Napoli.
“Una percentuale altissima soprattutto se si considera che le farmacie aderenti sono quasi il triplo rispetto a quelle che stanno partecipando alla campagna di screening eseguendo i “test rapidi” in farmacia”.
Ora il percorso istituzionale prevede la stesura di protocolli regionali. “Abbiamo già avuto incontri molto proficui con i referenti della Regione Campania con i quali c’è stata subito grande disponibilità operativa, rimodellando sulla campagna vaccinale le regole già sperimentate positivamente per potere eseguire i tamponi in farmacia, in modo da rispettare il distanziamento sociale e la sicurezza dei cittadini”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.