Camorra di Afragola, ridotta di 6 anni la pena ad un esponente del clan Barbato

Pena ridotta in Appello per Ciro Gallo, esponente del clan Barbato di Afragola.

La Corte di Appello di Napoli, Prima Sezione Penale, ha sciolto la riserva in merito all’incidente di esecuzione avanzato nell’interesse di Ciro Gallo, detenuto in espiazione pena presso la casa circondariale di Asti ed ha ridotto la pena di sei anni. L’uomo era stato condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso alla pena di anni 14 di reclusione con un ruolo di organizzatore e promotore del clan Barbato.

Era stato condannato inoltre dal tribunale di Napoli Nord alla pena di 9 anni di reclusione col rito ordinario con l’accusa di estorsione pluriaggravata. Secondo la prospettazione della Direzione Distrettuale Antimafia, Gallo era addetto alle estorsioni nonchè era colui che unitamente ad altri membri del clan era dedito alla preparazione degli ordigni che poi venivano utilizzati per gli imprenditori che non intendevano sottostare alle richieste estorsiove del gruppo egemone nel rione Salicelle di Afragola.

Il 27 marzo la Corte di Appello ha rideterminato la pena inflitta al ras del clan Barbato da 24 anni a 18 anni, condividendo la prospettazione dell’avvocato Dario Carmine Procentese, a tenore della quale i delitti ascritti al ricorrente erano frutto di un unico disegno criminoso e che non poteva non riconoscersi la continuazione tra i delitti oggetto delle sentenze oramai divenute irrevocabili.