Si lancia dal balcone per darsi alla fuga, latitante di Pompei sorpreso ed arrestato

In data odierna, i Carabinieri della Stazione di Valle di Maddaloni, hanno dato esecuzione ad
un’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal Pubblico Ministero nei confronti di: Carbone Pietro Paolo, classe ’84 di Pompei.
Il provvedimento, scaturisce dall’evasione del soggetto, affidato fino alla data del 15 dicembre 2018 presso la Comunità LEO ONLUS ONG ed evaso a seguito di notifica di un’ordinanza di sostituzione della misura dell’affidamento in prova con quella della detenzione in carcere.

Nella circostanza, Carbone Pietro Paolo aveva opposto fermamente resistenza nei confronti
dei militari operanti, procurando ad uno di essi lesioni con oltre 40 gg di prognosi e riuscendo a darsi alla fuga dopo essersi lanciato dal primo piano della comunità terapeutica.

Le immediate ricerche condotte dai militari della Stazione di Valle di Maddaloni consentivano di fecalizzare le ricerche attorno al soggetto evaso, che dopo un ulteriore tentativo di fuga avvenuto il 15 febbraio 2019 nel Comune di Torre Annunziata, nella cui circostanza un altro militare che aveva partecipato all’azione riportava lesioni per gg.6 di prognosi, veniva infine rintracciato e tratto in arresto, in data
28.02.2019, nel comune di Boscotrecase dopo un ennesimo tentativo di fuga, trovato per altro, nell’occasione, in possesso di gr. 20 di cocaina.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato nuovamente alla casa circondariale di Napoli Poggioreale, ove tuttora è ristretto.