Ammazzato dopo una partita di carte, Bocchetti vicino ai nuovi ras di Miano

Si era trattenuto nel circoletto per tutta la notte per una semplice partita di carte. L’ultima della sua vita. Erano le 6,30 quando i killer sono penetrati nel circoletto di via Valente a Miano e hanno fatto fuoco. A perdere la vita Stefano Bocchetti, 44 anni, precedenti per droga prima per i Lo Russo (l’ultimo suo arresto risale al 2014) poi transitato nelle file dei Balzano-Scarpellini-D’Errico, gruppo che domina nella parte bassa di Miano e che attualmente sarebbe in rotta con i Cifrone che stanziano nella parte alta del quartiere.

La matrice dell’agguato è di natura camorristica anche se i carabinieri, a cui sono affidate le indagini, non escludono nessuna pista. Ad agire due persone in sella ad uno scooter che hanno esploso diversi colpi di arma da fuoco.