Accusato di essere referente del clan Moccia a Casoria e Arzano, completamente libero Ciro Serrapiglia

Ciro Serrapiglia è completamente libero. Grazie all’istanza presentata dagli avvocati Dario Carmine Procentese e Salvatore Pettirossi, il tribunale di Napoli, VII Sezione, ha revocato anche l’obbligo di presentazione a cui era sottoposto a seguito della scarcerazione. Ciro Serrapiglia stato arrestato nel 2015 per il reato di associazione mafiosa, ed in particolare con l’accusa di essere il referente del clan Moccia per i comuni di Casoria ed Arzano.

Dopo dodici mesi passati in carcere fu scarcerato per scadenza dei termini e sottoposto alla misura del divieto di dimora in Campania. Ieri il tribunale di Napoli 7 sezione collegiale, ha accolto l’istanza dell’avvocato Dario Procentese e ne ha disposto la liberazione da ogni vincolo cautelare, compreso l’obbligo di Pg, nonostante un parere negativo della DDA Napoli, il quale ritiene che Serrapiglia sia un soggetto con un elevatissimo indice di pericolosità sociale.

Serrapiglia viene ritenuto da molteplici collaboratori di giustizia come fedelissimo di Angelino Giuseppe detto “Pepp ‘o Lup”  e di Cennamo Antonio detto tannuccio o malomm referente del Clan Moccia a Caivano e Crispano.