Clan Moccia, nella sentenza d’Appello assoluzioni e riduzioni di pena

Clan Moccia, nella sentenza d'Appello assoluzioni e riduzioni di pena
Sentenza d'Appello contro il clan Moccia
Cinque assoluzioni, notevoli sconti di pena ma anche pesanti condanne. Questo l’esito del processo d’appello a carico di diversi esponenti del clan Moccia.
La Corte di Appello di Napoli – II Sezione – Presidente Grasso, Estensore Mancini, dopo 5 lunghissime ore di camera di consiglio ha completamente riformato la sentenza dalla Terza Sezione Penale del Tribunale di Napoli che aveva inflitto durissime condanne a presunti capi e sodali del clan Moccia.

Clan Moccia alla sbarra 

I giudici hanno accolto le richieste difensive, riformando totalmente la severa condanna inflitta dal Tribunale di Napoli ed ha disposto le immediate scarcerazioni di 6 soggetti. Si tratta di Iodice Giuseppe, De Rosa Giustino, Piscitelli Gennaro, Ferrara Luigi e dei fratelli Puzio.

Questa la sentenza della Corte

Bencivenga Raffaele, condannato in primo alla pena di anni 14, libero per i fatti, anni 10 di reclusione (difeso dagli avv.ti Dezio e Procentese)
Buonerba Luigi, condannato in primo grado alla pena di anni 12, pena riformata in anni 10 di reclusione (difeso dall’avvocato Avv. Pettirossi)
D’Anna Antonio condannato in primo grado alla pena di anni9, pena riformata in anni 7 mesi 6 di reclusione (difeso dall’Avv. Mauro Dezio)
D’Anna Domenico condannato in primo grado alla pena di anni 11 mesi 6 si reclusione, pena ridotta in anni 7 (difeso dall’Avv. Davino)
De Rosa Giustino condannato in primo grado alla pena di anni11 mesi 6 di reclusione, assolto (difeso anch’egli dall’Avv. Dezio)
Ferrara Daniele, condannato in primo grado alla pena di anni 11 mesi 6 si reclusione, pena riformata in anni 10 (difeso dall’Avv. Ercolino)
Ferrara Luigi, condannato in primo grado alla pena di anni 10 di reclusione, assolto, disposta l’immediata scarcerazione (difeso dagli Avvocati Dario Procentese e Claudio Davino)

Le altre posizioni 

Iodice Giuseppe condannato in primo grado alla pena di anni 16 di reclusione, assolto disposta l’immediata scarcerazione (difeso dall’Avv. Procentese e dall’Avv. Libero Mancuso)
Iodice Pietro condannato in primo grado alla pena di anni 18 mesi 6 di reclusione in continuazione con altra sentenza di condanna già integralmente espiata per estorsione ad anni 8 di reclusione, pena riformata in anni 12 di reclusione (difeso dagli avvocati Procentese e Caifa) per il clan Moccia
Maldarelli Antonio, condannato in primo grado alla pena di anni 18 mesi 6 di reclusione, assolto dal reato di associazione mafiosa, condannato in appello solo per tentato omicidio, anni 12 di reclusione (difeso dall’Avv. Davino e dall’Avv. Antonio Bruno Romano)
Pezzella Antonio, condannato in primo grado alla pena di anni 9 mesi 6, pena riformata in anni 7 mesi sei (difeso dall’Avv. Genovese)
Pezzullo Angelo condannato in primo grado alla pena di anni 16 mesi 6 di reclusione pena ridotta ad anni 9 di reclusione (difeso dall’Avv. Capasso)
Piscitelli Gennaro, condannato in primo grado alla pena di anni 13 mesi 6 di reclusione, assolto disposta l’immediata scarcerazione (difeso dall’Avv. Capasso)
Puzio Antonio e Puzio Giuseppe, fratelli del neo pentito del clan Moccia Puzio Michele, condannati in primo grado alla pena di anni 13 di reclusione, assolti (difesi dall’Avv. Caifa)
Nel dettaglio la Corte di Appello ha ridotto le pene inflitte e disposto immediate scarcerazioni per presunti affiliata alla cosca afragolese del clan Moccia che nelle ultime ore ha registrato il pentimento eccellente di Puzio Michele noto come michelino occion.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook