Condannato per violenza sessuale, 2 anni di carcere per ex concorrente del Grande Fratello 12

Ancora guai per un ex concorrente del Grande Fratello, Kiran Maccali. Il “principe”, così come era stato scherzosamente soprannominato, che aveva partecipato all’edizione numero 12 del reality show di casa Mediaset, è stato arrestato dai carabinieri di Romano di Lombardia per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento aggravato, e denunciato a piede libero per maltrattamenti nei confronti dei suoi genitori.
Ma mentre il giovane era ancora in attesa di giudizio per le aggressioni ai genitori, la sua ex l’ha accusato di molestie e stalking

I fatti risalgono all’8 marzo del 2018, quando Kiran attese sotto casa l’ex fidanzata, che lo aveva lasciato a causa dei continui tradimenti e del suo atteggiamento aggressivo provocato dai continui abusi di alcol e droga, e tentò di violentarla

È di ieri la notizia che l’ex concorrente del Grande Fratello è stato condannato in primo grado a 2 anni e 2 mesi di reclusione, come riportato dal sito di pettegolezi Bitchyf.

Il pm aveva chiesto per lui una condanna a sei anni e sei mesi, però il giudice gli ha riconosciuto l’attenuante di ‘minore gravità’ per l’accusa di violenza sessuale.
Stando a quanto riporta Libero pare che Kirian sia già stato trasferito nel carcere di Bergamo.

Foto Bitchyf