Ci sono due avvocati tra gli arrestati nell’operazione portata a termine stamattina che ha portato all’arresto di 6 persone per truffa alle assicurazioni. A capo dell’organizzazione c’era Simmaco Palmiero, 42 anni, di Casagiove, già finito in carcere per altri reati.. Ad organizzare le truffe con lui Angela Di Blasio, 43 anni, anche lei di Casagiove. E’ quanto emerge dall’operazione della Compagnia dei carabinieri di Caserta. Tra gli arrestati gli avvocati Gianluigi Ramaglia, 48 anni di Caserta, ed Adriano Cortese, 46 anni di Caserta

Un sistema organizzato in maniera capillare, per truffare le compagnie assicurative denunciando incidente stradali in realtà mai avvenuti. Nei quali, spesso, figuravano coinvolti anche dei minorenni. Che arrivavano al pronto soccorso feriti, spesso in maniera seria, non per uno schianto tra auto ma perché venivano picchiati per causare traumi che dovevano essere stati provocati dall’incidente simulato. L’organizzazione è stata smantellata da una indagine dei carabinieri di Caserta, coordinati dai magistrati di Santa Maria Capua Vetere, che ha portato agli arresti di sei persone (cinque ai domiciliari e una in carcere) con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe e – visto che alcuni componenti della banda era indaffarati anche in altre attività illecite – furto, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti.

Anche due avvocati tra i fermati

Tra le persone coinvolte ci sono due avvocati, che si occupavano delle pratiche e delle richieste di risarcimento. L’organizzazione, inoltre produceva anche certificati medici falsi, ottenuti raggirando il personale sanitario degli ospedali sulle lesioni refertate. Le indagini, partite nel gennaio del 2018 dopo un tentativo di negoziazione di un assegno clonato in un ufficio postale, hanno portato a individuare anche i minorenni che erano costretti a fingere gli incidenti. Si tratta, in tutti i casi verificati, di ragazzi o bambini legati da parentela con i truffatori. In un finto incidente, un bambino di 11 anni è stato picchiato da tre degli indagati, compresa la madre, per provocargli un trauma facciale con escoriazioni al labbro e allo zigomo e la frattura di due denti. Ai sanitari che l’hanno curato, hanno dichiarato che le ferite erano state causate da un incidente.

L’ELENCO DEGLI INDAGATI

IN CARCERE

Simmaco Palmiero 1979 Casagiove

ARRESTI DOMICILIARI

Angela Di Blasio 1978 Casagiove

Rosa Palmiero 1982 Bellona (originaria di Casagiove)

Agostino Capone 1968 Caserta (Rione Santa Rosalia)

Gianluigi Ramaglia 1973 Caserta * avvocato *

Adriano Cortese 1975 Caserta

INDAGATI A PIEDE LIBERO

Yassine M. 1987 Macerata Campania

Maria Grazia S. 1973 Caserta

Antonio C. 1976 Casagiove

Simona V. 1980 Casagiove

Antonio D.G. 1980 Casapulla

Maurizio L.M. 1988 Casagiove

Rosa Narducci 1981 Casagiove

Orsola R. 1974 Casagiove

Ciro R. 1979 Roma

Salvatore T. 1980 Casagiove

Enrico G. 1977 San Nicola la Strada

Maria Rosaria G. 1980 San Nicola la Strada

Lucia C. 1955 Casagiove

Valerio V. 1970 Romentino (No)

Pasquale M. 1986 Castel Morrone

Maurizio D. G. 1970 Caserta

Michele R. 1974 Casagiove

Elpidio M. 1965 Casagiove

Giuseppe A. 1960 Sparanise

Gaetano P. 1956 Casagiove

Liana P. 1979 Caserta

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.