16.8 C
Napoli
giovedì, Maggio 23, 2024
PUBBLICITÀ

“Dovevo provare cosa significa stare dall’altra parte”, il dottor Ascierto parla dopo il brutto incidente in moto

PUBBLICITÀ

Torna a parlare l’oncologo Paolo Ascierto dopo il brutto incidente in moto a Latina di qualche settimana fa. Dopo aver riportato la frattura di una gamba, ha dovuto osservare un periodo di ricovero presso l’ospedale di Latina.

“Ora so cosa significa stare dall’altra parte, posso trattare i miei pazienti un po’ più da paziente”, Ascierto parla sui social dopo l’incidente in moto

Attraverso un post pubblicato su Instagram, l’oncologo dell’istituto Pascale di Napoli ha raccontato la sua esperienza come paziente d’ospedale, lanciando poi un messaggio di speranza e positività verso i suoi pazienti e non.

PUBBLICITÀ

Queste le sue parole: “La vita ci riserva delle sorprese. A volte positive a volte negative. Le negative spesso sono delle prove per migliorarsi.
Lo dico sempre ai miei ragazzi quando riceviamo ispezioni per l’operato delle nostre ricerche “ricordatevi che ogni ispezione è una ragione di crescita”.
Personalmente dovevo essere messo alla prova da un grave incidente, a diventare paziente grave per un po’.
Dovevo provare cosa significa stare dall’altra parte … il 118, codice rosso, la sala di pronto soccorso, l’intervento d’urgenza, il secondo intervento, il terzo intervento (e chissà se altri), ad essere totalmente dipendente dal personale sanitario nell’igiene intima e personale, nei miei bisogni. A fare risonanze (per le quali ho sempre avuto terrore dovuto alla mia claustrofobia), a subire un’anestesista generale (per la prima volta) ed almeno altre due spinali in poco tempo, a mettere un pic per le mie vene oramai distrutte. A patire un dolore continuo e profondo quotidianamente.
Ecco da oggi a tutti i miei pazienti potrò dire con rassicurazione che mettere un pic non è un dramma e serve a migliorare la qualità della degenza.
Sicuramente guarderò ai miei pazienti un po’ più da paziente che ha provato determinati disagi.
È il messaggio più grande è abbiate speranza e che non vi abbandoni mai quando siete immobilizzati a letto.
La mia speranza ed il mio obiettivo, in questo momento, è quello di alzarmi e poter veder personalmente quest’alba magnifica catturata da Maria Teresa questa mattina dalla finestra dell’ICOT. Vi voglio bene tutti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paolo Ascierto (@asciertopaolo)

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Accusato della truffa del finto carabiniere, assolto 39enne di Napoli

Il giudice Giuseppe Ferruccio del tribunale di Salerno ha assolto Vincenzo Oliva, accusato della classica truffa agli anziani. Non è...

Nella stessa categoria