È il giorno del dolore a Melito, l’addio della città: “Riposa in pace Antonio Amente, Sindaco per sempre!”

Addio ad Antonio Amente
Addio ad Antonio Amente

E’ il giorno del dolore oggi a Melito, la città dirà addio al sindaco Antonio Amente, ucciso dal Covid. Niente cerimonia funebre, niente saluto pubblico. Così prevede la normativa Covid, il sindaco Amente, da sempre tra la gente, non riceverà il tributo della città. La salma sarà portata direttamente al cimitero di Melito-Mugnano dove ci sarà una cerimonuia solo per i parenti stretti.

Un fiume di persone ha invaso ieri i social per tributargli l’ultimo saluto. Cittadini comuni ed esponenti della politica locale e regionale hanno dedicato un pensiero ad Antonio Amente, 4 volte sindaco della città.  Il primo cittadino è stato stroncato dal Covid mentre era ricoverato all’ospedale di Giugliano.

Il messaggio del vicesindaco Luciano Mottola ad Antonio Amente

Il vicesindaco Luciano Mottola, ora diventato sindaco facente funzioni dopo il decesso di Amente, ha proclamato il lutto cittadino. Anche i commercianti hannoa aderito. Sui social ha pubblicato un post commovente: “Caro SINDACO, sei stato per me negli ultimi 10 anni la quotidianità. Ho mosso i primi passi in politica accanto a te e ti sono stato vicino sempre, cercando ogni giorno di imparare qualcosa. Siamo stati insieme nelle sconfitte e nelle vittorie, nelle gioie e nel dolore è così sarà per sempre. Perché, caro SINDACO, eri, sei e resterai dentro di me”.
“Tu che sei stato un carro armato politico – scrive Mottola – ora avrai la possibilità di riposarti un po’ dopo una vita a 100 all’ora in cui ti sei prodigato per i tuoi pazienti, i tuoi concittadini ed i tuoi splendidi figli. Veglia sulla tua splendida famiglia e su tutti quanti noi, che potranno dire fieri di aver condiviso un bel pezzo di vita con Antonio Amente, IL SINDACO DI MELITO”.
Sulla pagina Fb di Amente è stato scritto un messaggio: “Riposa in pace Antonio Amente, Sindaco per sempre!”
Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook