E’ morto il vescovo di Caserta: monsignor Giovanni D’Alise aveva contratto il Covid 5 giorni fa

covid

Il vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, è deceduto nella notte all’ospedale di Caserta dov’era ricoverato in seguito alla riscontrata positività al covid. Il vescovo aveva 72 anni. Il suo ricovero era avvenuto quattro giorni fa. Inizialmente le sue condizioni non avevano destato grandi preoccupazioni ma questa notte, purtroppo, il quadro clinico è peggiorato.

Era stato ricoverato nella tarda serata di martedì quando dopo la febbre si era scoperta la positività al Coronavirus ma le sue condizioni non sembravano gravi poi il suo quadro clinico si è improvvisamente aggravato.

La notizia della morte di monsignor Giovanni D’Alise già rimbalzata sui social e confermata da ambienti vicini alla famiglia. Si attende ora la comunicazione della Diocesi di Caserta.

Potrebbe interessarti anche

Coronavirus. C’è una nuova vittima: la mappa del contagio tra Napoli e provincia

È un uomo di 53 anni residente a Secondigliano la nuova vittima da Covid in Campania. Il sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardis, ha precisato infatti che l’uomo deceduto oggi in seguito alle complicazioni del covid risulta non residente in città dal 2014. Inizialmente, infatti, era stata comunicata la città di Qualiano come provenienza del paziente. In città, intanto, si registrano un nuovo caso – relativo ad un’infermiera che non presenta sintomi – e due guarigioni. Scendono a 11 le persone attualmente positive.

I casi di Covid in provincia di Napoli

Tra i casi di Covid in provincia di Napoli si segnalano: 14 nuovi positivi a Nola, 10 ad Arzano, 7 a Giugliano, 6 a Castellamare di Stabia, 5 a Casoria, 4 a Pomigliano, 3 a Ercolano. Due i positivi a Marano, a Villaricca, Melito, Casavatore, Palma Campania, Marigliano, Caivano.

I numeri nelle altre province campane

Negli altri territori campani, tra gli altri casi: 13 nuovi positivi a Cervinara, in provincia di Avellino, 12 a Benevento, 8 a Scafati, 4 a San Felice a Cancello.